LAZIO - GENOA 4-0 Stagione 2019/20

POKER! LA LAZIO RIPARTE: DAL RISULTATO AL GRUPPO.

stampa articolo Scarica pdf

C’era da restituire un po' di tranquillità a tutto l’ambiente e la Lazio ci è riuscita alla grande, in un sol boccone: risultato, tre punti, bel gioco e pace tra Immobile e Simone Inzaghi. Il classico pomeriggio caldo di Roma di fine settembre con le serate ottobrate alle porte è stata la ciliegina sulla torta biancoceleste, il gol del sergente, Radu, che torna a timbrare il cartellino da marcatore con il suo mancino, Caicedo che replica il gol del derby dell’anno scorso e Ciro il grande che mette il sigillo sulla partita dopo aver fornito una delle migliori prestazioni di sempre. Questa la partita in pillole dove bisogna aggiungere un gol annullato a Luis Alberto, dopo una splendida azione, dal var per un fallo precedente e il portiere Strakosha che salva il risultato con due belle parate quando ancora la partita era ancora in bilico.

Bella Lazio, con i quattro in campo è un’altra cosa, Milinkovic, Alberto, Immobile e Correa sono indispensabili, ma la stagione è lunga e Inzaghi sta cercando di trovare soluzioni che passano far restare la forma il più a lungo possibile, ricordiamo tutti la scorsa pausa invernale dove prima della sosta per le feste natalizie la Lazio era terza, alla ripresa solo sconfitte e forma fisica azzerata per riprendersi nel finale di stagione dopo però aver perso il treno della Champions.

Inzaghi sceglie i titolarissimi, la vecchia guardia con nemmeno un nuovo in campo. Strakosha, Luiz Felipe, Acerbi e Radu, Lulic e Marusic nei quinti, Leiva, Milinkovic e Luis Alberto a centrocampo con Immobile e Correa in attacco. Andreazzoli sceglie Sanabria in attacco con Kuamè a supporto.

7’ minuti e Lazio in vantaggio, Immobile serve dentro l’area Milinkovic che di destro batte Radu. Per il sergente è uno sfogo grande il gol, festeggiando come al solito con il gesto del saluto. Due minuti e Romero prova a pareggiare di testa, ma Strakosha si supera e respinge l’attacco genoano. Al 14’ Marusic ha la grande possibilità di segnare due gol all’Olimpico in due domeniche consecutive, Radu dice no. 30’ grande colpo di testa di Milinkovic che non centra la porta di poco. 35’ Milinkovic recupera un pallone a centrocampo, scatta Immobile che trova Alberto in area che realizza, ma il Var annulla per fallo di Milinkovic. Un vero peccato perché la ripartenza era stata devastante, ma il Var ha ragione. 40’ raddoppio della Lazio, Radu riceve palla in area e senza pensarci due volte calcia violentemente verso l’angolo lontano dell’altro Radu, gol favoloso e tutti a festeggiare il vice capitano ritrovato dopo le vicissitudini estive. Primo tempo a favore della Lazio con il Genoa che ci ha provato a offendere, ma senza riuscirci.

Dentro Pandev e Barreca per il Genoa, Sanabria dopo pochi minuti potrebbe riaprire la partita, ma sul colpo di testa va fuori di poco, graziando la difesa laziale che se lo era perso di netto. Entra Caicedo per un affaticato Correa e la Lazio acquista fisicità in attacco. 59’ invenzione di Milinkovic per Caicedo in velocità sul filo del fuorigioco, Radu scavalcato con un dribbling secco, stile derby anno passato, e terzo gol della Lazio, Caicedo si dimostra in forma smagliante confermando la splendida partita di Milano con l’Inter. Partita messa al sicuro per i biancocelesti, il Genoa prova a riportarsi sotto con Sanabria di testa al 73’, ma Strakosha si fa trovare pronto. 78’ quaterna Lazio, Luis Felipe mette i panni del fantasista e lancia Immobile in velocità verso Radu, destro preciso all’angolino basso e gol scaccia guai del napoletano. Bella la corsa ad abbracciare quello che definirà nel post partita, un fratello maggiore, il suo tecnico Simone Inzaghi. Partita finita e tre punti in cassaforte.

Due vittorie e una sconfitta in sette giorni, da domenica a domenica è cambiato di tutto di più, il gruppo sembra essere tornato al centro del progetto e la generosità messa in campo ne è la dimostrazione. Cercare il gol con il collettivo senza esaltare troppo il singolo, tutti per uno, uno per tutti, questa è sembrata la Lazio oggi pomeriggio. Se sarà cosi anche nel proseguo della stagione la Lazio probabilmente si ritaglierà un grande spazio fra le prime del campionato.

GIUSEPPE CALVANO

© Riproduzione riservata