RAFFAELLO

Vittorio Sgarbi da stasera al 13 ottobre al Teatro Olimpico con lo spettacolo “RAFFAELLO”.

168
stampa articolo Scarica pdf

Dopo il successo ottenuto con Caravaggio e Michelangelo, Vittorio Sgarbi torna, da stasera al 13 ottobre il Teatro Olimpico di Roma con un’affascinante escursione nella vita e nelle opere di Raffaello Sanzio. Sgarbi anticipa così le celebrazioni dedicate a Raffaello, che si svolgeranno il prossimo anno in occasione del cinquecentenario della morte dell'artista.

Sgarbi sarà accompagnato da proiezioni video e dalla musica dal vivo di Valentino Corvino.

“Raffaello – ha raccontato Sgarbi durante la conferenza stampa - è la più rognosa delle delle avventure. Caravaggio è stato un allestimento semplice, nato da una mia intuizione di tanti anni fa che lo legava a Pasolini. Michelangelo era un artista universale, ma difficile, Leonardo era meraviglioso, ma incapace. Raffaello è un genio vero, un’artista perfetto che dipinge la bellezza di Dio. Realizza solo capolavori e in quantità”.


Le difficoltà incontrate nella realizzazione di questo spettacolo, stanno nel fatto che “non ci sono pettegolezzi, episodi spiacevoli, elementi avventurosi, nella vita di Raffaello – continua Sgarbi – Raffaello è un personaggio positivo e gentile che non parla male di nessuno. È un pittore che non ha sensualità, è senza psicologia. La sua parabola evolutiva raggiunge subito la perfezione e poi resta costante. Suo unico vizio è l'ossessione per il sesso che, benché compulsivo, diventa trascurabile davanti alle sue meravigliose opere”.

Lo spettacolo immaginiamo sarà una di quelle sublimi lezioni di storia dell'arte alle quali il critico, ormai prestato allo spettacolo, ci ha abituati.

La scelta di teatralizzare la storia dell'arte per renderla accessibile a tutti, è sicuramente una scelta vincente che Sgarbi non intende cambiare. L'occasione dell'anno dedicato a Raffaello era ghiotta e imperdibile. Tuttavia, una preoccupazione l'ha palesata lo stesso Sgarbi durante la conferenza stampa: trovare una chiave di lettura che gli consenta di ridurre la durata dello spettacolo, attualmente di ben quattro ore, su uno dei più grandi artisti d'ogni tempo, morto a soli 37 anni ma che ci ha lasciato una copiosa eredità. Tutta di uguale pregio.



Alessia de Antoniis




Musiche composte, ed eseguite dal vivo da VALENTINO CORVINO

Violino, viola, oud, elettronica, glasses


Scenografie video

Elide Blind - Niccolò Faietti - Domenico Giovannini

Mikkel Garro Martinsen - Simone Tacconelli - Simone Vacca


BOTTEGHINO DEL TEATRO OLIMPICO, Piazza Gentile da Fabriano 17



Orario di apertura

Tutti i giorni dalle 10 alle 19
orario continuato



TELEFONO 063265991
E-mail: biglietti@teatroolimpico.it


POLTRONISSIMA S

Posti numerati Intero 39.00 €

POLTRONISSIMA

Posti numerati Intero 34.00 €

Ridotto ragazzi 4 -14 anni 15.50 €

PRIMA BALCONATA

Posti numerati Intero 28.00 €

Ridotto ragazzi 4 -14 anni 15.50 €

POLTRONA

Posti numerati Intero 28.00 €

Ridotto ragazzi 4 -14 anni 15.50 €

GALLERIA

Posti numerati

Intero 23.00 €

Ridotto ragazzi 4 -14 anni 15.50 €

© Riproduzione riservata