Pre-Match Roma-Napoli Stagione 19-20

Ore 15, stadio Olimpico, si scende in campo per una partita di quelle che scottano.

230
stampa articolo Scarica pdf

Foto di Emanuele Gambino 

All’Olimpico, arriva uno scontro carico di voglia di riscossa dagli errori arbitrali, guidato da due allenatori che, a torto o ragione, sanno come difendere la propria squadra e non si tirano indietro neanche davanti al rischio espulsioni. Fonseca ha già assaggiato cosa significa assistere alla partita dalla tribuna per aver contrastato un arbitro, Ancellotti è in attesa del responso del ricorso, ma con molta probabilità, sarà il figlio Davide a sedersi oggi sulla panchina, mentre lui finirà in tribuna.

Alla luce di tutto, si spera che quella di oggi possa essere una partita giocata sul campo e che gli unici protagonisti al fischio finale siano i giocatori e non il direttore di gara.

La Roma, ancora in emergenza infortuni, è costretta a cercare nuove soluzioni all’ingiusta squalifica di Fazio. Nessun suggerimento da parte di Fonseca su chi si schiererà al fianco di Smalling, se entrerà Cetin dal primo minuto o se tornare tra le retrovie un Mancini in forma smagliante. La prima soluzione sembrerebbe essere la più probabile, viste anche le scarse possibilità di soluzioni a centrocampo e le straordinarie prestazioni di cui si è reso protagonista Mancini nelle ultime partite.

Zaniolo e Milik, entrambi in forma smagliante, sono, invece, pronti a darsi battaglia davanti per portare ognuno la propria squadra alla vittoria.

Le squadre sono pronte a giocarsi il tutto e per tutto e un Rocchi, sotto i riflettori di migliaia di tifosi, dovrà dirigere una partita sentita e piene di insidie, stando attento a non sbagliare nemmeno un colpo.

Il match di oggi sarà segnato anche dal ritorno all’Olimpico di Kostas Manolas che, al contrario di Nainggolan, rischia di trovarsi di fronte a un’accoglienza abbastanza fredda da parte del pubblico giallorosso.

PROBABILI FORMAZIONI

Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Spinazzola, Smalling, Cetin, Kolarov; Mancini, Veretout; Kluivert, Pastore, Zaniolo; Dzeko. All. Fonseca.

Napoli (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Zielinski, Fabian Ruiz, Insigne; Mertens, Milik. All. Ancelotti.

CURIOSITÀ E STATISTICHE

Sono 143 i precedenti in Serie A tra Roma e Napoli (51 vittorie Roma, 50 pareggi, 43 vittorie Napoli). 350 le reti segnate (187 per i giallorossi, 163 per gli azzurri).

Nei 3 precedenti arbitrati da Rocchi, il Napoli ha sempre avuto la meglio sulla Roma.

La Roma ha vinto solo una delle ultime cinque partite di campionato contro il Napoli (1N, 3P).

La Roma è la squadra contro cui il Napoli ha pareggiato più trasferte in Serie A (28).

La Roma è uscita sempre sconfitta nelle ultime tre partite casalinghe contro il Napoli.

Dall’arrivo di Fonseca, la Roma non è ancora riuscita a uscire a porta inviolata dall’Olimpico.

Il Napoli arriva da due pareggi consecutivi in Serie A. Gli ultimi tre pareggi consecutivi dei partenopei risalgono al 2014.

La Roma, insieme all’Atalanta, è una delle due squadre ad aver subito meno sconfitte in Serie A da aprile ad oggi (10V, 8N, 1P).

Nicolò Zaniolo è stato l’unico giocatore della Roma a segnare più di un gol in tutte le competizioni nel mese di ottobre (3 reti) e il giallorosso ad effettuare più conclusioni (14).

Edin Dzeko ha segnato quattro gol in sette partite contro il Napoli, realizzando due doppiette.

Dries Mertens ha segnato cinque gol nelle ultime cinque gare contro i giallorossi.

Il grande ex del match è Kostas Manolas, con 156 partite di Serie A giocate con la maglia della Roma e cinque reti segnate.

La vittoria con maggiore scarto in serie A risale alla stagione
1958-1959: Roma-Napoli 8-0 6′ Lojodice (R), 8′ Pestrin (R), 12′, 22′ e 62′ Da Costa (R), 74′ Selmosson (R), 75’ Pestrin (R), 88′ Selmosson (R)La

Il risultato più frequente è: Roma-Napoli 1-1 (11 volte)

Alessia Graffi

© Riproduzione riservata