LA JUVENTUS FA SUO IL DERBY GRAZIE A DE LIGT

LA JUVENTUS FA SUO IL DERBY GRAZIE A DE LIGT

Toro troppo aggressivo e Juve che conquista i tre punti con un goal del difensore olandese.

stampa articolo Scarica pdf


Il derby della Mole arriva alla decima giornata. La Juve recupera De Sciglio, che rileva la fascia sinistra di Alex Sandro e, soprattutto, Pjanic. Bentancur prende il posto di Khedira, Di Light torna al centro della difesa e Bernardeschi viene confermato dietro le punte Ronaldo e Dybala. Inizio molto tattico, squadre corte e poco spazio per sviluppare la manovra. Primo squillo con Dybala al minuto 9, tiro deviato in angolo sugli sviluppi del quale Matuidi si coordina e calcia. Meité devia con un braccio attaccato al corpo. Nulla di fatto. Stessa situazione nell’area bianconera con De Ligt che tocca di braccio tirandolo indietro. Var già sotto pressione a Torino. Verdi rischia il giallo per un brutto fallo su Pjanic che aveva già passato la palla al minuto 14. Girata di testa di CR7 su azione manovrata al minuto 19. Juve che spinge e Mazzarri non vuole farsi schiacciare. Attivo Matuidi nei recuperi che consentono alla Juve di ripartire e riordinarsi. Sarri richiama Bernardeschi che si spinge troppo in avanti rispetto al suo ruolo. Bene Cuadrado in fascia destra da dove nasce il gioco bianconero. Juve che cerca la manovra, Toro che prova la palla lunga, a saltare il centrocampo. Ronaldo, sulla destra, mette giù di petto un lancio preciso di Pjanic e calcia appena alto al minuto 27. Sembra essere uno schema preciso di gioco. Bernardeschi arretra, prende palla e taglia il campo, affetta il centrocampo granata e serve Dybala che calcia bene dal limite. Respinge Sirigu al minuto 31. Toro che raccoglie tanti corner ma senza sfruttarli. Belotti va via a De Sciglio e mette in mezzo per Meité che calcia fuori al trentacinquesimo. Frastornato De Sciglio, reduce da un lungo stop, che si lascia sfuggire gli avversari con troppa facilità. Ronaldo semina il panico sulla fascia sinistra, Izzo lo atterra. Bernardeschi entra in area ma cincischia e non calcia, facendosi rimontare dai difensori al minuto 39. Manovra avvolgente della Juve, lungo possesso palla e tiro di Ronaldo che non crea problemi a Sirigu al minuto 43. De Sciglio sembra essersi ripreso. Recupera, galoppa verso l’area e guadagna un fallo e un giallo. Sulla punizione Pjanic pennella per il tocco di testa di Bonucci, Sirigu tocca sopra la traversa. Juve che preme con veemenza e va ancora vicina al vantaggio su tocco ravvicinato di De Ligt, parato miracolosa a mano aperta da Sirigu al minuto 45. Due minuti di recupero che terminano senza esito. Si va al riposo a reti bianche. Juve decisamente superiore al Toro che, col tempo, ha manifestato la propria forza, senza però trovare il goal. Bentancur costretto a spendere fallo e giallo su una ripartenza causata da un fallo su Cuadrado non rilevato dall’arbitro al minuto 54. Proteste Juve decisamente motivate. Dybala serve CR7 in profondità, calcia in diagonale il portoghese ma ancora Sirigu si oppone, stavolta con la mano destra aperta al minuto 56. Arbitro non preciso su diversi episodi fallosi decisi a favore dei granata. Sarri prepara l’ingresso di Higuain, incerottato dopo l’infortunio di Lecce. Prende il posto di Dybala allo scoccare dell’ora di gioco. Ansaldi durissimo su Bentancur punizione e giallo al minuto 63. Terreno che non è in perfette condizioni, troppi errori banali in palleggio di diversi calciatori. Vergognosa simulazione di Izzo su un colpetto di Ronaldo che sfiora al petto il calciatore di Scampia in forza ai granata. Sceneggiata degna della migliore tradizione della sua meravigliosa città. Entra Ramsey al posto di Bernardeschi. Ancora Sirigu a dire di no alla meravigliosa girata di Higuain che prelude al goal. Sul secondo palo Higuain riceve il corner, la mette in mezzo all’indietro per De Ligt che di piatto la mette dentro! 1 a 0 strameritato al minuto 69! Verdi calcia e il portierone polacco di piede mette in angolo. Bella reazione del Toro due minuti dopo. Ramsey serve Higuain che gira debolmente, para Sirigu senza difficoltà al minuto 73. Cambio tra ex Juve, Zaza rileva Rincon e si rende subito protagonista. Tiro respinto al minuto 74. Khedira al posto di Bentancur quando manca un quarto d’ora alla fine. Izzo ancora falloso su CR7. Non buona la prova del campione portoghese, che calcia la punizione centrale su Sirigu. Spesso impreciso stasera CR7. Positivo l’impulso di Ramsey e, soprattutto, di Higuain, sulla partita. Occasione clamorosa per la Juve che pressa e conquista palla, portando al tiro, senza esito, Ramsey al minuto 84. Zaza Falloso su De Light un minuto dopo. Cinque i minuti di recupero. Troppo nervosi i granata che continuano a commettere falli e a rimediare cartellini gialli. Finisce qui, vince meritatamente la Juve che riprende la testa della classifica.

Di Massimiliano Piccinno

© Riproduzione riservata