Torino-Juventus 0-1 Undicesima Giornata Serie A 2019-'20

Torino-Juventus 0-1 Undicesima Giornata Serie A 2019-'20

Non c'è il colpaccio: vince la Juventus, la crisi granata continua...

stampa articolo Scarica pdf

Il Torino esce nuovamente sconfitto dal derby, non riuscendo a chiudere la crisi di risultati che dura ormai da oltre un mese: a differenza del pesante 0-4 di Roma con la Lazio, in questo caso gli uomini di Walter Mazzarri hanno almeno lottato, restando in partita fino alla fine (anche per merito delle straordinarie parate di Sirigu, tornato “Salvatore di nome e di fatto").

Il Toro inizia la sfida con buon piglio, facendosi vedere in avanti già al 1', con un colpo di testa di Bremer facilmente bloccato dal portiere juventino Szczesny.

Dopo un tiro di Verdi che termina alto (8'), il Toro chiede il rigore al 13', per un tocco di mano di De Ligt in area di rigore: dopo un consulto al VAR, l'arbitro assegna un semplice calcio d'angolo.

La Juventus si rende pericolosissima con Ronaldo al 27' (tiro di poco oltre la traversa) e con Dybala al 32' (la conclusione è respinta coi pugni da Sirigu), mentre il Toro si fa vedere al 42', con una conclusione di Meité alta di poco.

La partita, dura ma corretta, vede Sirigu ancora protagonista nei minuti finali del primo tempo, prima (44') mettendo in angolo un'inzuccata di Bonucci, quindi (45') dicendo di no a una conclusione di De Ligt “da zero metri”, consentendo ai granata di chiedere la prima frazione di gara sullo 0-0.

La prima azione saliente della ripresa è di marca bianco-nera, con un diagonale di Ronaldo respinto dall'attento Sirigu (57'), quindo al 60' ha luogo il fatto destinato a decidere questo derby della Mole: l'ingresso di Higuain.

L'attaccante argentino si rende, infatti, pericoloso già al 69' con una bella girata deviata sul fondo dal portiere torinista, quindi, sugli sviluppi del tiro dalla bandierina, lo stesso Higuain, sul secondo palo, appoggia in mezzo per De Ligt, che insacca agevolmente da pochi passi, in mezzo alle “belle statuine” granata (70').

Il Torino va vicino al pari già al 71', ma il sinistro di Ansaldi sul primo palo vede Szczesny attento nel deviare di piede sul fondo.

La Juventus manca il colpo del K.O. con Higuain al 74' (ottimo Sirigu nel non farsi sorprendere) e con Ramsey all'85' (anche in questo caso è bravo il portiere torinista, perfetto nel ribattere in uscita), tremando al 94'.

All'ultima azione della partita, infatti, il Toro va in rete con Bremer, lesto nello stoppare un lancio e, appena dentro l'area di rigore, concludere in rete: il bel gesto tecnico è, però, reso vano dalla posizione di fuorigioco dello stesso difensore brasiliano.

Finisce, quindi, col successo juventino, su un Torino che, pur uscendo sconfitto, ha quantomeno lottato: rispetto alla disfatta di Roma (sponda bianco-celeste) di mercoledì scorso è già un miglioramento.

Tuttavia, è fondamentale tornare a far punti, poiché i granata non vincono ormai dal lontano 26 settembre, quando piegarono per 2-1 il Milan fra le mura amiche del “Grande Torino”: da lì in poi, nelle successive sei giornate sono arrivati solamente due miseri punti.

Il prossimo impegno della compagine granata sarà la sfida di sabato prossimo al “Mario Rigamonti” di Brescia, al cospetto delle affatto irresistibili “rondinelle”, in una sfida assolutamente da non sbagliare.

Giuseppe Livraghi

(La fotografia è opera di Emanuele Gambino)

TORINO-JUVENTUS 0-1 (0-0)

RETE: De Ligt al 70'.

TORINO (3-5-1-1): Sirigu; Bremer, Izzo, Lyanco; Aina, Rincon (dal 73' Zaza), Meite, Baselli (dall'84' Millico), Ansaldi; Verdi (dal 79' Lukic); Belotti. Allenatore: Mazzarri.

JUVENTUS (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, De Sciglio; Bentancur (dal 75' Khedira), Pjanic, Matuidi; Bernardeschi; Dybala (dal 60' Higuain), Ronaldo. Allenatore: Sarri.

ARBITRO: Doveri di Roma.

© Riproduzione riservata