L’eleganza Del Cibo

L’eleganza Del Cibo

Ai Mercati di Traiano la mostra, in occasione dell’EXPO 2015, per celebrare il connubio tra la nutrizione e la maestria sartoriale Made in Italy

2681
stampa articolo Galleria multimediale Scarica pdf

Ci sono dei luoghi storici di grande rilievo architettonico e già scrigno di autentici tesori che ospitando eventi contemporanei sembrano arricchire ancora di più la loro importanza soprattutto quando elementi vecchi e nuovi si fondono nell’unico grande e universale linguaggio dell’arte. Proprio come ai Mercati di Traiano - Museo dei Fori Imperiali che fino a domenica 1 novembre 2015 sono teatro della  grande mostra “L’eleganza del cibo. Tales about food and fashion” per  celebrare a Roma il connubio perfetto tra la nutrizione, tema dominante dell’EXPO 2015 di Milano, e la creatività Made in Italy.  Il visitatore già dall’ingresso viene rapito dalla visione eterea di abiti bianchi fluttuanti che lo calano subito in un’atmosfera quasi irreale dove tutto quello che vedrà è destinato a suscitare sensazioni di curiosità e meraviglia.  Inizia così il percorso delle varie sale museali dove sono allestite differenti aree che  danno vita ai  progetti ispirati alla contaminazione tra moda e nutrizione, moda ed eco sostenibilità, moda ed energia.  Fra i vari reperti archeologici fanno capolino i manichini riuscendo a fondersi fra elementi tanto preziosi e generando una nuova fonte di ammirazione. Gli improbabili abiti che indossano, infatti, costituiscono delle vere e proprie opere frutto dell’artigianato italiano che esprime di come e quanto la moda ha saputo trarre ispirazione anche dalla nutrizione. La mostra curata magistralmente  da Stefano Dominella e Bonizza Giordani Aragno ha come   filo conduttore i quattro elementi naturali della Acqua, Aria, Terra, Fuoco tesi tutti ad evidenziare che se la moda veste il corpo e lo abbellisce, il cibo lo nutre. Infatti, attraverso il linguaggio dei cinque sensi la moda si racconta visivamente e usa il corpo e la mente come centro dell’universo per sperimentare odori, sapori ed emozioni. Alberta Ferretti, Emilio Shuberth, Enrico Coveri, Etro, Fendi, Jacques Fath, Kenzo, Krizia, Laura Biagiotti, Louis Vuitton, Gattinoni, Marella Ferrera, Mariella Burani, Mario Valentino, Moschino, Romeo Gigli, Salvatore Ferragamo, Sarli... sono solo alcuni degli artisti stilisti che con i loro modelli che vanno dal 1950 a oggi, impreziosiscono  la mostra e rendono palese il connubio tra le culture della moda e della nutrizione come i due aspetti del patrimonio nazionale tra i più apprezzati e conosciuti al mondo. In particolare Giorgio Armani che ha eccezionalmente aderito all’iniziativa, nella sua ultima collezione “Privè”, si ispira al bambù, pianta delicata sempre più in voga nell’industria ecosostenibile, metafora di un'eleganza che eleva a poesia tessuto e disegno. Ma accanto ai grandi nomi ci sono anche giovani designer come Alessandro Consiglio, Benedetta Bruzziches, Carta e Costura, Daniele Amato, Fabrizio Talia, Gianluca Zippo, Giulia Boccafogli, Italo Marseglia, Kukso Koo, Nicolas Martin Garcia, Odile Orsi, Silvia Massaccesi che presentano anche improbabili accessori fra copricapi, scarpe e curiosi monili realizzati con materiali inconsueti, dalle forme e disegni scaturiti da una ricerca innovativa, originale e soprattutto ironica. Perché è proprio l’ironia a caratterizzare la creatività dei designer quando interpretano il cibo.  Il visitatore durante il percorso espositivo può ammirare anche le fotografie dell’artista coreana Yeonju Sung che racconta attraverso 8 immagini come il cibo possa dialogare con l’abito e assumerne le forme. Una bella occasione per conoscere o riscoprire i Mercati di Traiano con i bellissimi giardini che regalano uno scorcio di paesaggio della città di Roma davvero unico.

Rosario Schibeci 

Mercati di Traiano - Museo dei Fori Imperiali Via IV Novembre 94 - 00187 Roma

Dal 19 maggio al 01 novembre 2015  Tutti i giorni 9.30-19.30


© Riproduzione riservata

Multimedia