Torino-Fiorentina 2-1 Quindicesima Giornata Serie A 2019-'20

Torino-Fiorentina 2-1 Quindicesima Giornata Serie A 2019-'20

Il Toro, alla seconda vittoria consecutiva, si rilancia nella corsa all'Europa: decisive le realizzazioni di Zaza e Ansaldi

stampa articolo Scarica pdf

Un Torino gagliardo ha ragione della Fiorentina, conquistando il secondo successo di fila (non accadeva dall'inizio di campionato, con le vittorie su Sassuolo e Atalanta): i tre punti consentono ai granata di portarsi a una sola lunghezza dal settimo posto (cioè dalla “zona Europa”, attualmente appannaggio della coppia Napoli-Parma).

Ancora senza il “gallo” Belotti, Mazzarri si affida alla voglia di riscatto di Simone Zaza: sarà una scelta vincente, con l'ex attaccante della Nazionale autore dell'1-0 e pericoloso in altre occasioni.

Il Toro si fa subito vedere (11') con Zaza, che incorna male su un calcio d'angolo battuto da Baselli, quindi (18') Verdi si prodiga in una “volata” sulla sinistra, mettendo in mezzo un traversone basso sul quale l'estremo difensore viola Dragowski interviene maldestramente, facendo giungere la sfera a Zaza: la conclusione del centravanti torinista incoccia, però, su Ceccherini, impennandosi e perdendosi sul fondo.

Il Toro, nettamente più in palla dei gigliati, si rende ancora pericoloso tre minuti più tardi, con Zaza che ci prova con un bel diagonale, ottimamente respinto di piede (in spaccata) dal portiere ospite.

Neanche il tempo per disperarsi, che al 22' giunge il meritatissimo vantaggio torinista: Verdi lavora un pallone a metà campo, mettendo poi sulla sinistra per Ansandi, lesto nel portarsi sul fondo e nell'effettuare un traversone per Zaza, che si fa trovare pronto a incornare in rete, inserendosi tra Dalbert e Ceccherini.

La prima frazione si chiude col Torino meritatamente avanti per 1-0, su una Fiorentina evanescente.

La ripresa si apre con una Viola più vivace, che si fa vedere dalle parti di Sirigu al 52' con Vlahovic (colpo di testa a lato, su calcio d'angolo di Pulgar), quindi al 61' con Chiesa, che (da pochi passi ma da posizione decentrata) vede la sua conclusione respinta dall'attento portiere granata: la successiva mischia è risolta da Baselli, provvidenziale nello spazzar via la sfera, anticipando Sottil.

Nel momento migliore degli ospiti, il Toro realizza il raddoppio al 72', con un'azione da manuale del calcio: calcio d'angolo viola, Bremer svetta mettendo fuori, sulla sfera s'avventa Aina, bravo nel portarsi sulla fascia, liberarsi di Chiesa e lanciare sulla trequarti difensiva Ansaldi, con quest'ultimo che avanza fino al limite dell'area e, dopo una secca finta su Dalbert, batte Dragowski con un preciso sinistro sul primo palo.

Ormai prossima alla quarta sconfitta consecutiva, la Fiorentina cerca il tutto per tutto, trovando il 2-1 al 91' con Caceres (che insacca “da zero metri” un traversone basso di Chiesa dalla sinistra) e sfiorando il clamoroso pareggio al 93' con lo stesso Chiesa, la cui conclusione termina non di molto sul fondo.

Finisce, quindi, col meritato successo torinista su una Fiorentina giunta alla quarta sconfitta consecutiva: i tre punti consentono al Toro di portarsi a -1 dal settimo posto (ultimo potenzialmente utile per l'accesso all'Europa), attualmente appannaggio della “strana coppia” Parma-Napoli.

Il prossimo impegno del Torino sarà al “Marcantonio Bentegodi” di Verona, ospite dell'Hellas nella partita dell'ora di pranzo della domenica.

Giuseppe Livraghi

(La fotografia è opera di Emanuele Gambino)

TORINO-FIORENTINA 2-1 (1-0)

RETI: Zaza (T) al 22', Ansaldi (T) al 72', Caceres (F) al 91'

TORINO (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, N'Koulou, Bremer; De Silvestri (dal 12' Aina), Baselli, Rincon, Ansaldi; Verdi (dal 76' Laxalt), Berenguer (dal 58' Meite); Zaza. Allenatore: Mazzarri.

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Ceccherini, Caceres; Ghezzal (dal 51' Sottil), Pulgar, Benassi, Castrovilli, Dalbert; Vlahovic (dal 78' Pedro), Chiesa. Allenatore: Montella.

ARBITRO: Piero Giacomelli di Trieste.

© Riproduzione riservata