UNA RISERVA DI ANIME MISTE PER CARNEVALE

UNA RISERVA DI ANIME MISTE PER CARNEVALE

Al Maximum il gruppo romano capitanato da Roberto Candela è pronto per la sua prossima bella festa all’insegna del divertimento per ogni sesso e per tutte le età.

stampa articolo Scarica pdf

Grazie alla perfetta riuscita degli eventi e alla bravura degli organizzatori, già da un po' di tempo le serate RAM (Riserva Anime Miste) stanno riscuotendo un certo riscontro portando alla vita notturna della Capitale una nuova linfa di divertimento che si basa soprattutto sull’incontro di anime senza pregiudizio che stanno insieme per affinità e sensazioni. Eh già, perché ogni festa si può definire una "serata relazionale" dove é molto facile fare nuove amicizie e conoscenze in un ambiente "eterofriendly" a maggioranza gay maschile ma con la presenza anche di ragazze gay e di ragazze e ragazzi etero. Un pubblico che parla la stessa lingua a tutte le età, infatti ad incontrarsi sono persone anche adulte fino ai 65 anni.

E il nuovo appuntamento è previsto per sabato 15 febbraio nella bella location del Maximum in via dei Cerchi 71, uno dei luoghi più antichi e suggestivi di Roma tra i meravigliosi Fori Imperiali e il sontuoso Circo Massimo. Considerato il mese, la festa non poteva che ispirarsi al recente Sanremo e soprattutto al Carnevale lasciandosi contagiare sia dalla musica che dall’allegria del periodo. Così la musica di apertura viene dedicata ai festival sanremesi passati e il carnevale sarà onorato con maschere sia tradizionali che più stravaganti rifacendosi, magari, al bell’esempio dato da Achille Lauro sul palco della kermesse musicale.

Formula vincente non cambia, infatti come sempre è previsto un apericena con inizio alle ore 21.00 che consente di gustare piatti appetitosi accompagnati dall’openwine. Dalle 22.30 inizio dello spettacolo con la musica dal vivo che vede, nella prima parte, esibire i cantati "residenti" Gioia Biasini e Roberto Candela pronti, come sempre, a dare il meglio del loro repertorio. A seguire arrivano sul palco anche diversi ospiti, amici, cantanti, che propongono canzoni melodiche italiane molto conosciute per poi proseguire ancora con Gioia e Roberto per un repertorio dance che parte dagli anni 80 per poi arrivare alla musica dance commerciale dei giorni nostri e con finale dedicato al trash sempre anni 80.

Di certo, ancora una volta, la riuscita dell’evento è data dalla piena atmosfera di festa alimentata soprattutto dal pubblico che non esita a cantare e ballare con gli organizzatori improvvisando coreografie su canzoni delle Spicegirl o degli Abba. Naturalmente lo staff e i più affezionati avranno la loro bella maschera ma di certo l’invito è diretto a tutti per foto e selfie ancora più divertenti. Gli avventori avranno comunque a disposizione ventagli e parrucche per un travestimento anche improvvisato.

                                                             Rosario Schibeci

© Riproduzione riservata