Lo Specchio Indonesiano

Romanzo di estrema attualità, ambientato in una città internazionale quale Amsterdam. Autore Franco Tirletti

stampa articolo Scarica pdf

Lo specchio idonesiano


Nella metropoli si intrecciano le storie dei tre protagonisti, ognuno con la sua origine, cultura, religione e il proprio tsunami.Supervisore attento Cermin, lo specchio indonesiano, con la sua cornice di teak intarsiata con motivi floreali, che proviene da terre lontane ed è collocato nello studio dell’appartamento di Femke e Johan.Cermin ha un’anima: la superficie argentata in cui ci si riflette.Lui ha conosciuto altre pareti della casa, prima era nel soggiorno, ma attuale collocazione nello studio permette una condizione di estrema intimità.Per i protagonisti porsi di fronte allo specchio indonesiano è un po' come scrutarsi dentro, scoprirsi e spesso è naturale e catartico lasciarsi andare a confessioni personali, intime.Aini la protagonista di origine indonesiana ha un rapporto speciale con Cermin, lei gli parla perché è convinta che abbia l’anima.Il terremoto del 2006 la costringe a tornare in Indonesia per la morte della madre e quel che è in realtà una tragedia si trasforma in una piacevole e importante occasione per la sua esistenza.Gli altri protagonisti vivono con coraggio e determinazione i loro drammi e, come Aini , cedono al richiamo del magico Cermin.Lettura scorrevole e piacevole nonostante siano trattate tematiche molto attuali e decisamente importanti.Sono comunque esaltati valori quali amicizia e l’affetto materno che va oltre ogni pregiudizio.Resta stimolante l’intreccio interculturale rafforzato dall’uso di termini specifici in lingua originale e i numerosi richiami alle usanze proprie di ognuno dei protagonisti, così lontane e così simili.

Michele Stentella

© Riproduzione riservata