GUÉ PEQUENO E SHABLO PRESENTANO UN BRANO INEDITO PER RED BULL 64 BARS

GUÉ PEQUENO E SHABLO PRESENTANO UN BRANO INEDITO PER RED BULL 64 BARS

La sfida creativa che nasce dall’incontro di un MC e un beatmaker per comporre 64 barre, dove ogni barra è un verso, senza la possibilità di inserire un ritornello.

stampa articolo Scarica pdf


il nuovo episodio del format disponibile da giovedì 11 Giugno su www.redbull.com/64bars

Esce oggi giovedì 11 giugno un brano inedito di Gué Pequeno prodotto da Shablo per Red Bull 64 Bars, la sfida creativa che nasce dall’incontro di un MC e un beatmaker per comporre 64 barre, dove ogni barra è un verso, senza la possibilità di inserire un ritornello.

Gué dimostra ancora una volta di essere un maestro nel rap game per la sua capacità di parlare in maniera trasversale tra incastri lirici, tecnicismi e riferimenti all’attualità, con un immaginario che si appoggia sul sound ipnotico prodotto da Shablo per un nuovo episodio di 64 Bars.

“Rimo da quando andavano gli Evisu e chi aveva i tattoo in viso forse aveva ucciso Ora che i social danno la parola ad ogni idiota Io chiudevo l’album nuovo, San Vittore andava a fuoco”

Red Bull 64 Bars, in collaborazione con Esse Magazine, ha visto cimentarsi svariati nomi della scena italiana tra cui: Marracash, Dani Faiv, Madame, Johnny Marsiglia e molti altri, per arrivare a Guè Pequeno e Shablo. Tutti gli episodi sono disponibili su: www.redbull.com/64bars

© Riproduzione riservata