Il Sole In Sella L'autrice Giorgia Antonelli Mette A Nudo Se Stessa, La Sua Vita

Il Sole In Sella L'autrice Giorgia Antonelli Mette A Nudo Se Stessa, La Sua Vita

I suoi dolori, le sue gioie, per portare alla luce ansie e ipocondrie che gli avvenimenti che caratterizzano la nostra esistenza possono portare alla luce e offrire, allo stesso tempo, uno spiraglio per uscirne.

stampa articolo Scarica pdf

Nel suo libro autobiografico "Il sole in sella", l'autrice Giorgia Antonelli mette a nudo se stessa, la sua vita, i suoi dolori, le sue gioie, per portare alla luce ansie e ipocondrie che gli avvenimenti che caratterizzano la nostra esistenza possono portare alla luce e offrire, allo stesso tempo, uno spiraglio per uscirne.

Il libro, scritto con un linguaggio semplice, coerente, appartenente alla vita di tutti i giorni, si presta a una lettura piacevole che scorre via rapida e accessibile a tutti, anche ai più giovani che, a mio avviso, potrebbero trovare tra queste righe uno sprono a non abbandonarsi a loro stessi e alle scorciatoie che, purtroppo, la quotidianità e falsi miti offrono loro davanti ogni giorno.

Partendo dalla spensieratezza di un'infanzia vissuta nell'agiatezza, l'autrice ripercorre con lucida freddezza la sua crescita accompagnata, negli anni successivi, da perdite, sofferenze fisiche, decadenza economica e dissapori familiari che lei ha sempre trovato la forza di superare aggrappandosi con tutta se stessa a coloro che, per lei, rappresentano da sempre la lealtà, la salvezza, lo sprone, il suo punto fisso, in una parola: i suoi cavalli. Seppur amante di tutti gli animali (dai cani, ai pappagalli, ai porcellini d'india, passando per galli e papere), di cui si circonda in ogni fase della sua vita, appare chiaro sin dalle prime pagine il forte legame della donna per i cavalli, la sintonia che instaura con loro è qualcosa di straordinario che non può non farti amare ancora di più questo animale o iniziare ad apprezzarlo se non ti ci sei mai avvicinato.

Il suo rapporto con Penna, la sua prima cavalla, e Picasso, lo splendido stallone che l'accompagna da sempre, l'hanno resa la donna forte che è oggi, nonostante le paure e l'ansia che in passato l'hanno sopraffatta e che tutt'ora ogni tanto ricompaiono. Quando si cade da cavallo, è importante risalire subito in sella per non farsi prendere dalla paura e tornare in sella è proprio quello che fa l'autrice ogni volta che un ostacolo le si para davanti: montare in sella e saltare quell'ostacolo insieme al suo fedele compagno Picasso per poi riprendere a galoppare serena.

Un libro "Il sole in sella" che consiglio caldamente di leggere, non solo per la storia che racconta ma perché nella sua semplicità nasconde veri e propri insegnamenti di vita che possono essere d'aiuto a molti, soprattutto in un periodo difficile come quello che viviamo oggi in cui è facile abbandonarsi allo sconforto. Giorgia Antonelli non lo ha fatto e ha voluto regalarci, nel suo piccolo, il segreto per non farlo.

Alessia Graffi 

© Riproduzione riservata