Risveglio”di Somaye Mirkamali , Contemporary Art Exibit Presso La Galleria Medina

Risveglio”di Somaye Mirkamali , Contemporary Art Exibit Presso La Galleria Medina

Entrando nella Galleria Medina si respira aria di professionalità. A ridosso del Lockdown si apre la galleria con una nuova esposizione di un artista che tende decisamente ad un astratto morbido.

stampa articolo Scarica pdf

Inaugurazione il 2 Ottobre della Mostra “Risveglio”di Somaye Mirkamali , Contemporary Art Exibit presso la Galleria Medina, Via Angelo Poliziano 32 aperta fino all’8 /10/2020.

Entrando nella Galleria Medina si respira aria di professionalità. A ridosso del Lockdown si apre la galleria con una nuova esposizione di un artista che tende decisamente ad un astratto morbido.

I colori predominanti sono il bianco e nero, i quadri sono eseguiti a olio o tecnica mista. L’artista vuole trasmetterci attraverso atmosfere nebulose e sognanti, la ricerca del contatto con la natura, quella parte di noi che molti hanno perso, esprimendo attraverso esplosioni di colore e giochi segnici una maturita’ nell’esecuzione delle sue opere. La maggior parte dei lavori sono “senza titolo ”lasciando così al fruitore ampiezza di interpretazione. Non manca in alcune opere un riferimento al figurativo seppur stilizzato e tratto liberamente con linee spesse .

Quello che colpisce nella tecnica è una certa libertà formale, con composizioni sapientemente bilanciate e decisamente forti nell’impatto visivo.

Non mancano, nella sala adiacente, delle incisioni, alcune con stile più pittorico altre tecnicamente moduli con più morsure.il colore si riscopre in questa seconda parte della mostra che vuole essere più “contenuta” e riservata.

Somaye Mirkamali, classe 1984, si laurea all’Accademia delle belle Arti di Teheran e successivamente in Arti Grafiche all’Accademia di Roma. Dopo un percorso prettamente figurativo si avvicinerà all’astratto prediligendo dopo vari esperimenti con l’olio, l’utilizzo dell’acrilico. I temi naturali si evincono , si intuiscono tra le sue forme prevalentemente cupe, che portano successivamente ad un gioco formale e materico dove le forme non si distinguono più. Ecco perché la scelta dell’incisione, sempre in chiave astratta ma decisamente una tecnica che risolve felicemente l’ approccio coloristico e tecnico dell’Artista.

Monica Pecchinotti

© Riproduzione riservata