Come Scegliere La Giusta Piattaforma Di Trading

Come Scegliere La Giusta Piattaforma Di Trading

Per fare trading online bisogna obbligatoriamente iscriversi a un broker che ti offra la possibilità di accedere ai mercati, agli strumenti per fare trading CFD e a tutte le opzioni che permettono di aprire posizioni e fare previsioni sull’andamento del mercato.

stampa articolo Scarica pdf

Come scegliere la giusta piattaforma di trading

Per fare trading online bisogna obbligatoriamente iscriversi a un broker che ti offra la possibilità di accedere ai mercati, agli strumenti per fare trading CFD e a tutte le opzioni che permettono di aprire posizioni e fare previsioni sull’andamento del mercato. Ma come scegliere la giusta piattaforma di trading online? Scopriamolo insieme.

La licenza e certificazione di sicurezza

Come consigliato anche dagli esperti di tradingonline.it la prima cosa che bisogna fare è controllare che il broker sia abilitato a operare in Italia. Tra le principali licenze che presentano le piattaforme di trading online, accettate e regolamentate anche per operare in Italia, ci sono la CONSOB, ente regolatore italiano, la CySEC ente di Cipro, la FCA del Regno Unito, ecc…

In linea generale, l’Unione Europea che disciplina l’azione degli enti intermediari finanziari, ha dato il permesso a tutte le piattaforme di trading che hanno una licenza in uno dei paesi europei di poter operare in ognuno di essi. Dunque, l’importante è controllare che il broker abbia un numero di licenza e autorizzazione rilasciato da un ente dell’Unione Europea.

Apertura del conto reale

Sulle piattaforme online per il trading al fine di operare in borsa è necessario aprire un conto deposito reale nel quale andare a depositare i fondi che serviranno per i vostri investimenti. Quando si apre un conto reale non tutte le piattaforme hanno lo stesso deposito minimo. Se non avete molta esperienza dovete scegliere un broker che presenti un deposito minimo tra i 10 e i 100 euro. Per i trader più esperti si può scegliere di aprire un conto reale con un deposito minimo tra i 100 e i 300 euro. Le piattaforme prevedono anche una somma minima di prelievo nel caso in cui abbiate raggiunto dei guadagni. Alcuni broker permettono di prelevare dai 30 euro in su, altri invece dai 100 euro in su. Per il prelievo la scelta di solito è personale.

Conto Demo

Una cosa molto importante da valutare quando si sceglie un broker è controllare se dispone o meno di un conto demo. Sia per i principianti sia per i professionisti un Conto Demo offre la possibilità di controllare come funziona la piattaforma quali sono gli asset sui quali si può accedere sul mercato, provare le strategie di trading online. Un conto demo ti permette inoltre di verificare come si muovono i mercati e come riuscire a guadagnare o vedere com’è possibile anche generare facilmente delle perdite.

Strumenti di formazione

Oggi alcune piattaforme offrono una serie di strumenti di formazione come blog, video, e-book, documenti pdf ecc…Trovare un broker che oltre ad una piattaforma Demo offra anche corsi e strumenti di formazione è molto importante per chi è agli inizi e vuole comprendere non solo come funziona il broker ma anche come sfruttare al meglio le strategie di trading utilizzate dai migliori del settore.

Asset disponibili

Che tu sia un principiante o professionista sicuramente vorrai vedere quali sono gli asset disponibili prima di iscriverti a un broker. Infatti, sapere su cosa investire è molto importante, in quanto potresti essere maggiormente formato sui pacchetti azionari di determinate aziende oppure su titoli o indici specifici. Oppure può essere che tu desideri operare nel campo del Forex su diverse valute FIAT che vanno dall’Euro, al Dollaro, alla Sterlina fino al Dollaro di Singapore ecc…Infine, oggi molte piattaforme offrono anche altri asset come quelli dedicati alle materie prime, tra le quali si trovano oro, argento, grano, soia, ecc…Oppure si può operare su obbligazioni, ETF o criptovalute. Insomma gli asset disponibili sono davvero molti, prima di iniziare è molto importante sapere quali sono i mercati sui quali si vuole operare e scegliere così il broker di conseguenza.

Mario Di Marzio 

© Riproduzione riservata