Pescara-Monza 3-2 Tredicesima Giornata Serie B 2020-2021

Pescara-Monza 3-2 Tredicesima Giornata Serie B 2020-2021

I brianzoli cedono al 90' dopo aver per due volte recuperato lo svantaggio

stampa articolo Scarica pdf

Dopo i bei successi di Venezia (2-0) e in casa con la Virtus Entella Chiavari (5-0), il Monza incappa in un'inattesa sconfitta esterna al cospetto del tutt'altro che irresistibile Pescara, sodalizio impantanato nei bassifondi della graduatoria: i "bagai della Brianza" sprecano, quindi, una grande occasione per avvicinarsi alla vetta della classifica.

La prima azione degna di nota è di marca monzese, con Armellino che al 12' ci prova da fuori area trovando l'estremo difensore bianco-azzurro Fiorillo pronto a ribattere, quindi al 13' un sinistro di Frattesi termina a lato, col portiere locale a far buona guardia.

Al 15' una ripartenza di Ceter costringe alla trattenuta il titubante Scaglia: inevitabile il cartellino giallo che, col senno di poi, si rivelerà decisivo sull'andamento della partita.

Al 21' il Pescara sfiora la rete con Galano, lesto nell'approfittare di un'avventata uscita di Di Gregorio, ma non altrettanto nel calciare verso la porta, poiché la sua conclusione (da posizione molto decentrata) incoccia su Bettella, terminando in fallo laterale: quello che sembra uno scampato pericolo diventerà, invece, il preludio del vantaggio pescarese...

Sulla conseguente rimessa, infatti, Omeonga mette in mezzo per Ceter, il quale appoggia di testa per Galano, che dal centro dell'area è fulmineo nel battere Di Gregorio con un pregevole sinistro al volo, per l'1-0 bianco-azzurro al 22'.

Il Monza, tuttavia, non si perde d'anino, pareggiando già al 26' con l'elemento meno atteso (benché ex di turno): Bettella, bravo nell'anticipare tutti su una punizione dalla trequarti di Barberis, incornando solo soletto in rete da poco oltre il limite dell'area piccola.

L'ultima occasione della prima frazione è un tentativo dalla distanza del pescarese Bellanova al 29': la sfera termina a lato.

La ripresa si apre con un colpo di testa di Scaglia abbondantemente alto al 47', quindi "sale in cattedra" Ceter, che al 50' spreca una ghiotta occasione calciando addosso al portiere monzese, al 51' tentenna troppo facendosi "murare" la conclusione da Bettella e al 52' mette malamente sul fondo da pochi passi un pregevole traversone basso di Omeonga.

Al 62', però, lo stesso Ceter è protagonista del nuovo vantaggio dei padroni di casa, esibendosi in una rovesciata sulla quale Scaglia interviene ingenuamente a braccio largo in area, guadagnandosi l'espulsione per doppia ammonizione e provocando il calcio di rigore trasformato dallo stesso Ceter in maniera tutt'altro che impeccabile: tiro centrale, ma imparabile per Di Gregorio, tuffatosi alla sua sinistra (63').

Tutto da rifare, quindi, col Monza che va vicino alla rete al 72' con una bella semirovesciata di Boateng che termina non di molto a lato e al 79' con un tiro ravvicinato di Mota Carvalho respinto d'istinto da Fiorillo, che sul successivo tentativo di Carlos Augusto è salvato dal compagno Bocchetti, fortunato nel "murare" la forte conclusione del difensore campineiro.

Tanto tuonò che piovve: all'84' giunge, infatti, il meritato pareggio lombardo, ancora grazie a Bettella, tempestivo nel deviare in rete di testa un assist al volo di Boateng, per il 2-2.

Visto come è stato raggiunto, il pareggio potrebbe anche essere un risultato accettabile, invece arriva la doccia gelata, proprio all'ultimo respiro e nel modo più assurdo.

Al 90', infatti, su azione da calcio d'angolo, Scognamiglio incorna verso la porta, sulla conclusione s'avventano Di Gregorio e Barillà, con quest'ultimo che, nel tentativo di liberare, calcia sfortunatamente la sfera praticamente addosso a Bocchetti, il quale non deve far altro che allargare il "piattone" per segnare la più facile delle reti.

Ormai non c'è più tempo per recuperare nuovamente: finisce 3-2 per un Pescara a volte sprecone ma fortunato alla bisogna.

Il Monza torna, dunque, sconfitto dalla trasferta nell'Abruzzo "forte e gentile", sprecando la ghiotta occasione per ridurre il distacco dalla vetta della graduatoria: ora i "bagai della Brianza" dovranno cercare il pronto riscatto nell'incontro casalingo che il prossimo 22 dicembre li opporrà all'Ascoli, uscito sconfitto per 2-1 dal confronto esterno col Vicenza.

Giuseppe Livraghi

PESCARA-MONZA 3-2 (1-1)

RETI: Galano (P) al 22', Bettella (M) al 26', Ceter (P) su rigore al 63', Bettella (M) all'84', Bocchetti (P) al 90'.

PESCARA (3-5-1-1): Fiorillo; Bellanova, Bocchetti, Scognamiglio; Jaroszynski, Memushaj (dal 67′ Crecco), Valdifiori (dal 67′ Fernandes), Omeonga, Balzano (dall'82′ Guth); Galano (dal 32′ Maistro); Ceter (dall'82′ Capone). Allenatore: Breda.

MONZA (4-3-3): Di Gregorio; Donati (dal 74′ Carlos Augusto), Bettella, Scaglia, Sampirisi; Armellino, Barberis (dal 64′ Bellusci), Colpani (dal 56′ Barillà); Frattesi (dal 74′ D’Errico), Boateng, Machin (dal 56′ Mota Carvalho). Allenatore: Brocchi.

ARBITRO: Federico Dionisi di L’Aquila.

© Riproduzione riservata