I Top E I Flop Di Roma-Spezia 2-4 D.t.s. Ottavi Di Finale Coppa Italia 2020-'21

I Top E I Flop Di Roma-Spezia 2-4 D.t.s. Ottavi Di Finale Coppa Italia 2020-'21

Si salva solo Mkhitaryan: Mancini nervoso, López liscia in stile Fantozzi, Mayoral peggio di Blissett

stampa articolo Scarica pdf

Dopo il catastrofico 0-3 del derby, la Roma incappa in un'altra partita da incubo, venendo estromessa dalla Coppa Italia per mano dello Spezia, che espugna l'Olimpico dopo i tempi supplementari. Addirittura, la compagine giallo-rossa cade anche nell'erroraccio di effettuare il sesto cambio ("sforando" il limite), non contemplato nel regolamento: ora il giudice sportivo dovrà decidere se omologare il 4-2 spezzino maturato sul campo o decretare il successo ligure a tavolino per 3-0. Unico giallo-rosso a salvarsi dal disastro è Mkhitaryan.

I TOP

HENRIKH MKHITARYAN 6: più che il top, è l'unico giallo-rosso a guadagnarsi la sufficienza. Segna una rete di pregevole fattura con un bel tocco sotto, cerca di costruire gioco. Predica, però, nel deserto.

I FLOP

GIANLUCA MANCINI 4: troppo nervoso. Si guadagna due ammonizioni che definire ingenue è poco, lasciando i suoi in inferiorità numerica. Protagonista (ovviamente negativo) in occasione del rigore spezzino (benché in "concorso di colpa" con Cristante) e sulla rete dello 0-2 (in questo caso, in toto), che lo vede fermo come la statua di Marco Aurelio.

PAU LÓPEZ 4: nessuno è infallibile, ma certi errori sono inconcepibili. Il suo clamoroso "liscio" (in stile Ugo Fantozzi) si trasforma in uno scriteriato intervento da ultimo uomo su Piccoli, valendogli il "rosso" diretto. Lascia, quindi, la Roma in nove, a neppure un giro di lancette dall'espulsione di Mancini.

BORJA MAYORAL 3,5: lento, impreciso, distratto. Spreca innumerevoli opportunità da goal. Si fa vedere in occasione della rete del 2-2, nata da un triangolo con Mkhitaryan, ma per il resto si nota solo per le occasioni mancate. Il milanista Luther Blissett è passato (ingiustamente?) alla storia quale "mangiagoal" pur avendo sbagliato assai meno occasioni da rete.

Giuseppe Livraghi





© Riproduzione riservata