Esce Il 5 Febbraio L’ultimo Lavoro Di Marco Castello

Esce Il 5 Febbraio L’ultimo Lavoro Di Marco Castello

Un sound orecchiabile, divertente e leggero che si ispira molto al jazz ed al soul

stampa articolo Scarica pdf

Esce il 5 Febbraio l’ultimo lavoro di Marco Castello, cantautore emergente che propone “Contenta tu”, registrato al Butterama Studio di Berlino.

Un sound orecchiabile, divertente e leggero che si ispira molto al jazz ed al soul, è la proposta di Marco Castello che ci fa fare un tuffo nei suoi ricordi di scuola e della sua città , Siracusa, che lotta inesorabilmente contro il trash ed i luoghi comuni.

Marco Castello suona vari strumenti, canta ma soprattutto scrive i suoi pezzi con leggerezza ed originalità senza dimenticare tuttavia di passare dalla descrizione di un mondo giovanile a volte complicato ma bello ad una più profonda critica sociale.Pur avendo un sound apparentemente semplice, Marco si ispira a grandi artisti come Lucio Dalla, Lucio Battisti, Pino Daniele sia nei ritmi che nei timbri di voce.

Il jazz, che fa parte della sua formazione, è presente in quasi tutte le melodie, per passare poi al pop ed al funk.Si viene a creare così un ritmo piacevole e sostenuto e sicuramente molto fresco e brillante, che viene arricchito dai racconti di Marco alternando soavità e grettezza, come due facce di una stessa medaglia.

La città di Siracusa sempre uguale, il porto, la volontà di non cambiare mai in “Contenta tu” è la descrizione del nostro meridione, come una bella donna che rimane per sempre bambina, “bella ma cretina”, che non ha mai visto nient’altro né lo desidera.Non manca la canzone in dialetto, “Addiu” che ci fa pensare come le radici non si possono dimenticare facilmente, e un divertente ed autoironico  monologo sulla dopamina, l’ormone della stabilità e della felicità insieme alla serotonina.E se fosse tutta una questione di chimica?

Monica Pecchinotti

© Riproduzione riservata