Monza-Cittadella 0-0 Venticinquesima Giornata Serie B 2020-'21

Monza-Cittadella 0-0 Venticinquesima Giornata Serie B 2020-'21

Il Monza non riesce ad aver ragione di un coriaceo Cittadella, dovendosi accontentare di un comunque importante punto che lo lascia solitario in seconda posizione

stampa articolo Scarica pdf

Il Monza non riesce ad aver ragione di un coriaceo Cittadella, dovendosi accontentare di un comunque importante punto che (per via dei risultati maturati negli altri incontri della giornata) lo lascia solitario in seconda posizione, a tre lunghezze dall'Empoli capolista e a +1 sulle dirette inseguitici Venezia (1-1 proprio sul campo degli empolesi) e Salernitana (0-0 esterno con la Reggiana).

La prima azione saliente del confronto arriva al 17', quando un colpo di testa di Adorni termina sul fondo senza impensierire Di Gregorio, quindi due giri di lancette più tardi è il Monza a rendersi pericoloso con un sinistro di Mota Carvalho ottimamente respinto da Maniero: sul proseguimento dell'azione, la sfera giunge a Balotelli, che cade a seguito di un contrasto con un avversario, senza che il direttore di gara rilevi gli estremi per la concessione della massima punizione. Al 27' un'inzuccata del giovane Pirola termina a lato, mentre al 29' è l'attaccante ospite Ogunseye a mancare non di molto il bersaglio. Al 37' una conclusione di Baldini da fuori area trova Di Gregorio pronto alla presa, quindi al 42' il Cittadella segna con Beretta, lesto nel far suo un pallone vagante in area brianzola e insaccare da pochi passi: l'esultanza veneta dura, però, poco, poiché la rete è annullata per una posizione di fuorigioco dello stesso numero 11 cittadellese. Il primo tempo, molto equilibrato, si chiude sullo 0-0.

La ripresa vede il Monza subito pericoloso al 47': traversone di Balotelli (in versione assist-man) per Mota Carvalho, ma il lusitano manca di un soffio la deviazione. Il Cittadella risponde al 54' con Iori, il cui diagonale da fuori area termina di poco sul fondo, sibilando accanto al palo alla destra di Di Gregorio, quindi al 57' è Proia a tentar la sorte dalla medesima posizione: la conclusione, deviata, termina anch'essa a lato. L'azione più pericolosa di tutto l'incontro ha luogo al 64' ed è di marca brianzola: Frattesi recupera palla, lanciando immediatamente sulla fascia destra D'Alessandro, il quale mette in mezzo per Balotelli che, relativamente libero al centro dell'area ma evidentemente preso alla sprovvista, spreca tutto sparacchiando malamente sul fondo. La partita, molto tattica ma affatto noiosa, vede Diaw (subentrato a Balotelli) incornare a lato al 77'. L'ultima possibilità per sbloccare lo 0-0 giunge al 93' con un calcio di punizione di Barberis che incoccia sulla barriera veneta.

Finisce, quindi, con un risultato che un tempo veniva chiamato “a occhiali” e che Annibale Frossi definiva quale frutto di una partita perfetta («La partita perfetta deve finire 0-0»). Per quanto riguarda i brianzoli, la delusione per non aver sfruttato il fattore campo è assolutamente lenita dai risultati maturati sugli altri campi, che hanno sostanzialmente lasciato inalterata la “zona nobile” della graduatoria, lasciando gli uomini di Cristian Brocchi al secondo posto solitario (a +1 su Venezia e Salernitana) quando manca una giornata in meno alla conclusione del campionato. Un proverbio lombardo afferma che «Pütöst che nient, l'è mèi pütöst», che in italiano corrisponde a «Piuttosto che niente, è meglio piuttosto»: in pratica, tale adagio sta a significare che, quando non si riesce a raggiungere il massimo, il poco è sempre meglio del niente. Tale affermazione calza a pennello per questo Monza-Cittadella: non essendo riuscito a vincere, il sodalizio brianzolo può comunque consolarsi con la seconda posizione in solitario e con l'aver mantenuto le distanze non solo nei confronti del duo Venezia-Salernitana, ma anche sullo stesso Cittadella (che in caso di vittoria avrebbe effettuato l'aggancio in classifica).

Il prossimo impegno dei bianco-rossi è fissato per il prossimo 2 marzo, quando alle ore 17 saranno impegnati in Ciociaria al cospetto del Frosinone (reduce dal pesantissimo rovescio esterno per 0-4 con la Cremonese).

Giuseppe Livraghi

Fonte della fotografia: Foto Buzzi

MONZA-CITTADELLA 0-0

MONZA (4-3-3): Di Gregorio, Donati, Bellusci, Pirola, Carlos Augusto; Frattesi, Scozzarella (dal 64′ Barberis), Barillà (dal 64′ D’Errico); Ricci (dal 46′ D’Alessandro), Balotelli (dal 77′ Diaw), Mota Carvalho. Allenatore: Brocchi.

CITTADELLA (4-3-1-2): Maniero; Cassandro (dall'85' Ghiringhelli), Adorni, Frare, Donnarumma (dall'81' Benedetti); Proia, Iori (dall'81' Gargiulo), Branca; Baldini (dal 72′ Tavernelli); Beretta (dal 72' D'Urso), Ogunseye. Allenatore: Venturato.

ARBITRO: Riccardo Ros di Pordenone.

NOTE: ammoniti Ricci (M) al 30', Iori (C) al 32', Cassandro (C) al 46', Beretta (C) al 51', D'Alessandro (M) al 55' e Branca (C) all'89'. Calci d'angolo 9-8 per il Cittadella. Recupero: 2'+4'. Partita disputata a porte chiuse.



© Riproduzione riservata