Festival Di Sanremo: Il Meglio E Il Peggio Di Un Ariston Vuoto

Festival Di Sanremo: Il Meglio E Il Peggio Di Un Ariston Vuoto

Così si presenta quest'anno il Festival di Sanremo giunto alla 71 edizione.

stampa articolo Scarica pdf


Così si presenta quest'anno il Festival di Sanremo giunto alla 71 edizione. L'applausi finti stile sitcom anni ’80. Privo di energie e soprattutto del suo pubblico. Ovvio che tutto ciò è servito per il bene e la salute del paese. Sanremo manca quell'aria che si respirava prima. Nonostante ciò Fiorello cerca in maniera ironica di esorcizzare il momento. Tanto di voto per il grande showman che riesce a strappare un sorriso. Non è passato inosservato l'arrivo del famoso campione del Milan Zlatan Ibrahimovic, come molti del web hanno notato era molto impacciato. Il nostro calciatore è un uomo che ama stare sui campi di calcio che a Sanremo. Ovvio diamo come voto 10 per il calciatore e 5 invece per la sua apparizione a Sanremo. Mentre tra i cantanti in gara troviamo Arisa con il suo pezzo'' Potevi fare di più’’scritta da Gigi D'Alessio, ma la canzone non riesce ad esplodere come noi vorremo. Diamo alla nostra Arisa 5. Passiamo a Colapesce Dimartino con il loro brano''musica leggerissima'' riescono a dare il meglio di sé, descrivendo un po’ lo stato d'animo di un paese in ginocchio. Diamo a questi giovani un bel 8! Aiello non riesce a dare il meglio di se diamo 6! Mentre la coppia Fedez e Francesca Michielin ci aspettavamo qualcosa di meglio onestamente. Questa coppia in parte colpita dall'emozione del Festival diamo 6. Madame invece è tra i pochi big che riesce a dare quella carica più a un Festival spento, diamo un 8. Noemi invece guadagna alcuni punti, si presenta super elegante con la sua voce limpida. Diamo 9 a Noemi. Mentre Renga invece non sembra a suo agio. Cercava di tenere alto il pezzo ma non riusciva, diamo 5. Mentre Annalisa riesce a distinguersi con la sua voce soave per questo motivo diamo 7. Per tutti gli altri sono ancora in fase di valutazione.

Corsini Alessandro

© Riproduzione riservata