Juventus 3 Porto 2 Le Pagelle Bianconere Stagione 2020/2021

Juventus 3 Porto 2 Le Pagelle Bianconere Stagione 2020/2021

La Juve vince ma esce lo stesso contro il Porto I bianconeri non sono stati all'altezza nelle due partite

stampa articolo Scarica pdf

I bianconeri escono meritatamente dalla fase finale della Champions, unica nota positiva un Chiesa in ottima forma e con tanta voglia, voglia che è mancata a molti giocatori, nonostante la superiorità numerica non sono riusciti a creare occasioni nette per portare la partita a casa, nei supplementari la beffa di una punizione con una barriera che si apre come la porta che conduce all'eliminazione.

Wojciech SZCZESNY 6 - Risponde subito pronto su Taremi e anche in altre circostanze, sul rigore non può nulla e sulla punizione poche colpe, una barriera non si può aprire così.
Juan CUADRADO 6 - In difesa perde spesso i duelli, altra faccia in attacco dove serve bene gli attaccanti e trova anche un assist, clamorosa la traversa nel finale.
Leonardo BONUCCI 5,5 - Male nel primo tempo, nella ripresa di riprende un pochino.(dal 75' Matthijs DE LIGT 6 - Entra e fa l'attaccante, ha un occasione nel finale).
Merih DEMIRAL 5 - Buon giocatore, ma troppo spesso ha troppa foga agonistica.
Alex SANDRO 5 - Sbaglia un po' troppo.
Aaron RAMSEY 5,5 - Una prestazione anonima. (dal 75' Weston McKENNIE 5,5 - Entra ma non incide).
Melo ARTHUR 5 - Gioca solo in orizzontale, troppo poco. (dal 102' Dejan KULUSEVSKI 6 - Anima un po' l'attacco juventino, ma non trova la giocata).
Adrien RABIOT5,5 - Non è lo stesso visto contro la Lazio, trova il gol ma non serve a nulla.
Federico CHIESA 7 - Il top player della Juve, segna due gol e sfiora anche il terzo, peccato perché avrebbe potuto dare la qualificazione.(dal 102' Federico BERNARDESCHI 5,5 - Anche il suo apporto non è sufficiente).
Álvaro MORATA 5 - Si crea due occasioni ma non le sfrutta.
Cristiano RONALDO 5 - Non è il solito Ronaldo che siamo abituati a vedere, manca il suo contributo e si vede, in queste serata anche una sostituzione non sarebbe stata male, gran giocatore ma non intoccabile.
PIrlo 4: Juventus inguardabile nel primo tempo, senza scusanti, una squadra che vuole ribaltare il risultato o addirittura vincere la competizione non si può presentare con un atteggiamento del genere, soprattutto dopo essere stata con l'uomo in più per quasi un'ora di gioco abbondante compresi i supplementari.

Valerio Mirata 

© Riproduzione riservata