Hamilton Vuole Scrivere La Storia

Guiderà per la nona stagione di seguito una Mercedes, è nuovamente il favorito alla vittoria finale del titolo piloti

stampa articolo Scarica pdf


Dopo aver eguagliato il record di vittorie di titoli piloti del mondiale di Formula 1 che apparteneva a Michael Schumacher, Lewis Hamilton partirà nel prossimo mondiale, il cui inizio è previsto per il 28 marzo, con la voglia e la fame di chi vuole scrivere la storia. Il pilota inglese classe 1985 è ormai diventato un'icona di questo sport e i suoi frequenti successi negli ultimi anni lo hanno portato non solo a raggiungere il campione tedesco, contro il quale ha peraltro gareggiato, ma anche a poter superarlo in una serie di altri record individuali. Le prossime 23 gare in programma lo vedranno dunque come il protagonista assoluto del circuito della F1, uno sport nel quale ultimamente l'elettronica ha tolto un po' di protagonismo ai piloti ma nel quale il talento spicca comunque come un elemento fondamentale al momento della verità.

Hamilton, che guiderà per la nona stagione di seguito una Mercedes, è nuovamente il favorito alla vittoria finale del titolo piloti secondo le quote delle scommesse di Formula 1 di bet365 disponibili in questo momento online. Questo perché, oltre all'esperienza e al talento, l'inglese dispone di una vettura sempre più affidabile, come dimostrano i sette campionati costruttori vinti di fila dal 2014. Dopo aver annunciato che la stagione attuale potrebbe essere la sua ultima in Formula 1, l'inglese ha ulteriormente aumentato le aspettative per il campionato che sta per iniziare. Il suo obiettivo è chiaramente quello di superare Schumacher in quanto a titoli piloti conquistati, anche perché fondamentalmente gli altri sono praticamente tutti già in suo possesso. Tra i più importanti spiccano quello di gran premi vinti, 94, di pole position, 97, e di podi ottenuti, 163. Cifre che indicano in maniera obiettiva quanto il suo rendimento sia stato elevatissimo, in special modo nel decennio che va dal 2010 al 2020, quando dopo anni di dominio Red Bull la Mercedes ha instaurato il suo dominio assoluto prendendo il sopravvento sia sulla casa automobilistica austriaca sia sulla Ferrari. 

Il rush degli ultimi anni di Hamilton ha dimostrato inoltre come nella Formula 1 i piloti diventino sempre più invincibili col passare degli anni, il che spesso significa che l'esperienza vale più della freschezza fisica. Che il britannico sia riuscito a tenere a bada negli ultimi anni piloti come il suo compagno di squadra Bottas o giovani rampanti come Verstappen e Leclerc la dice tutta sulla sua qualità e sul suo sangue freddo nel momento di guidare sotto pressione. Ciò nonostante questi tre piloti sopra citati saranno i grandi rivali della prima guida della Mercedes nella stagione che sta per iniziare a fine mese in Bahrein. Il campionato 2021, che rispetto all'anno scorso dovrebbe essere disputato nella sua interezza, verrà chiuso in bellezza il 12 dicembre nel circuito di Adu Dhabi dopo essere passato per quello dell'Arabia Saudita. Chissà, dunque, che Hamilton non possa confermare il suo dominio e certificarlo con il record di sempre di mondiali piloti vinti nelle terre dei nuovi e ricchi appassionati di Formula 1.

Marco Dal Puppo

© Riproduzione riservata