I Top E I Flop Di Shakhtar Donetsk-Roma 1-2 Ottavi Di Finale (ritorno) Europa League 2020-'21

I Top E I Flop Di Shakhtar Donetsk-Roma 1-2 Ottavi Di Finale (ritorno) Europa League 2020-'21

Fra i capitolini, autori di una buona prova, molto bene Mayoral, Pau López e Cristante: l'unica insufficienza è quella di Ibañez

stampa articolo Scarica pdf

Già vittoriosa per 3-0 nella gara d'andata, la Roma si aggiudica anche il confronto di ritorno con lo Shakhtar, accedendo con relativa facilità ai quarti di finale di Europa League. Fra i capitolini, autori di una buona prova, molto bene Mayoral, Pau López e Cristante: l'unica insufficienza è quella di Ibañez.

--->I TOP

BORJA MAYORAL 7,5: negli anni Ottanta, Gianni Agnelli soprannominò Zibì Boniek “bello di notte”, in quanto autore di prestazioni sontuose soprattutto in gare delle Coppe Europee (che, a quei tempi, si disputavano generalmente di sera). Facendo i dovuti distinguo, tale soprannome è utilizzabile anche per Mayoral, già giunto a quota sette reti in quest'edizione di Europa League. I due goal da “rapace” dell'area di rigore realizzati in Ucraina gli valgono la vetta della classifica marcatori (seppur in coabitazione) della competizione continentale. Implacabile, attento, sempre in agguato.

PAU LÓPEZ 7: protagonista all'andata, si ripete nel confronto di ritorno in terra ucraina, salvando la porta romanista sulle conclusioni di Patrick e di Junior Moraes. Sempre attento, preciso e reattivo. Incolpevole sulla rete subita.

BRYAN CRISTANTE 7: sempre attento, pronto nelle chiusure e impeccabile nelle marcature. Insuperabile.

--->I FLOP

ROGER IBAÑEZ 5: troppo confuso e titubante. Fatica oltremodo a tenere a bada Solomon, rimediando un cartellino giallo.

Giuseppe Livraghi

Fonte della fotografia: Emanuele Gambino (Unfolding Roma Magazine)


© Riproduzione riservata