Earth Day 2021 La Ricorrenza Della Giornata Mondiale Della Terra

Earth Day 2021 La Ricorrenza Della Giornata Mondiale Della Terra

Il padre di questa iniziativa fu l’attivista di pace americano John McConnell, fondatore altresì della Earth Society Foundation. Nel 1969, durante la Conferenza a San Francisco dell’UNESCO

stampa articolo Scarica pdf


La ricorrenza della Giornata mondiale della Terra è nata in America ed è in data odierna alla sua 51esima edizione. Dal 1970, infatti, cade sempre il 22 aprile e ha come scopo fondamentale quello di sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti di una serie di emergenze ecologiche.

Il padre di questa iniziativa fu l’attivista di pace americano John McConnell, fondatore altresì della Earth Society Foundation. Nel 1969, durante la Conferenza a San Francisco dell’UNESCO, egli propose una giornata dedicata al nostro pianeta per promuovere la pace e sensibilizzare gli esseri umani sulla necessità di preservare e tutelare gli ecosistemi, ricorrenza che venne istituzionalizzata l’anno seguente, nel 1970. A spingere l’iniziativa ha contribuito in maniera fondamentale il web dai primi anni Duemila. Il più grande testimonial resta finora Leonardo DiCaprio, attore da sempre in prima linea per l’ambiente.

Quest’anno il tema centrale della Giornata della Terra consiste nel motto “Restore our Earth”, ovvero “Ripristiniamo la nostra Terra”, in quanto si è pensato che si potesse sfruttare in questo senso il lockdown determinato dalla pandemia di Covid-19. Purtroppo, però, queste aspettative non sono state attese. È infatti stato stimato che i livelli di Co2 nell’aria sono risaliti ai livelli pre-Covid con il riavvio di alcune attività.

Le iniziative sono molteplici, ovviamente tante in streaming e digitale, visto ancora il blocco causato dal virus. Sul sito di Earth Day Italia c’è addirittura una mappa che geolocalizza le varie proposte a livello mondiale. In Italia, per chi sceglie la tv, RaiPlay ha in programma una maratona di ben 13 ore. Rai Documentari ha presentato invece “Antropocene – L’epoca umana”, andato in onda oggi alle 16:10 su Rai Tre.

Nonostante la rete di attivisti, lo status quo della situazione ambientale non cessa di destare preoccupazioni, anche se le informazioni diffuse da un sondaggio Ipsos rivelano che otto giovani su dieci, dai 15 ai 35 anni, in 23 Paesi europei, ritengono la salute del Pianeta e il cambiamento climatico emergenze di primaria importanza. Non resta che aggrapparci alla speranza e al livello di consapevolezza delle nuove generazioni, dal momento che il climate change, la deforestazione, l’inquinamento e il deterioramento delle risorse non danno molte altre chances alla protagonista di quest’oggi, la nostra meravigliosa Terra.

Chiara Zanetti 

© Riproduzione riservata