L'Alessandria Torna In Serie B Piegando Il Padova Ai Tiri Di Rigore

L'Alessandria Torna In Serie B Piegando Il Padova Ai Tiri Di Rigore

Gli "orsi grigi" si aggiudicano la finale di ritorno dei play-off, tornando in cadetteria dopo ben quarantasei anni

stampa articolo Scarica pdf

La lunga attesa si è finalmente conclusa: aggiudicandosi ai tiri di rigore (5-4) la finale casalinga di ritorno dei play-off di Serie C al cospetto del Padova, l'Alessandria torna in quella Serie B dalla quale mancava dalla remota annata 1974-'75.

Il confronto, molto teso ed equilibrato, si era chiuso sullo stesso 0-0 della gara d'andata in Veneto, costringendo al prolungamento ai tempi supplementari e ai rigori.

Dopo quattro realizzazioni per parte (Ronaldo, Paponi, Curcio e Rossettini per gli ospiti, Bruccini, Stanco, Eusepi e Giorno per i padroni di casa), l'errore del patavino Gasbarro (conclusione terminata fuori) ha fornito a Rubin l'occasione per entrare nella storia: palla in rete e successo alessandrino, per un ritorno in cadetteria atteso per quasi mezzo secolo e che consiste in un capolavoro del tecnico (ex Torino) Moreno Longo.

Secondo classificato nel girone A di questa terza divisione, nei play-off l'Alessandria ha (nell'ordine) estromesso FeralpiSalò (sconfitta 0-1 all'andata in trasferta e successo 1-0 al ritorno in casa, passando il turno in virtù del miglior piazzamento in campionato) e AlbinoLeffe (vittoria 2-1 all'andata in Lombardia e pareggio per 2-2 dopo i tempi supplementari al ritorno in Piemonte), per poi aver ragione del Padova dopo una tirata doppia finale, decisa dalla cosiddetta “lotteria dei rigori”.

Gli “orsi grigi” alessandrini pongono fine a un “esilio” che durava dalla remota stagione 1974-'75, quando la cadetteria venne persa a seguito della sconfitta per 1-2 nello spareggio-salvezza (disputatosi a Milano il 26 giugno 1975) con la Reggiana: l'Alessandria va, quindi, ad aggiungersi alle già promosse Como, Perugia e Ternana, rispettivamente vincitrici dei gironi A, B e C.

Giuseppe Livraghi

© Riproduzione riservata