LAZIO IL MERCATO CHIAMA LOTITO RISPONDE

A pochi giorni dall'esordio in campionato, la Lazio ancora deve sbloccare il calciomercato. E allora scende in campo il Presidente Claudio Lotito

stampa articolo Scarica pdf

Tra pochi giorni Empoli-Lazio darà il fischio inizio al campionato 2021-2022, ufficialmente il via al Sarrismo. In queste poche ore, però, la Lazio già deve rincorrere il mercato. Iniziato benissimo con l'arrivo di Maurizio Sarri, si è bloccato con ingressi e rinnovi non ancora ufficializzati. Il ritorno di Anderson, il rinnovo di Radu, gli arrivi di  Hysaj, Kamenovic e Lucas Romero. Acquisti più o meno utili, ma contratti non ancora ufficializzati, quindi nei fatti indisponibili, ad oggi, per Empoli-Lazio. E' vero, dentro ci sono ancora Correa, da separato in casa, Luis Alberto, con i suoi settimanali malumori, e ovviamente Immobile, Milinkovic così come Caicedo e Muriqi. Tutti, campioni e non che piacciano o meno, a disposizione di Maurizio Sarri. Il sarrismo, però, con il suo modulo e soprattutto per le sue idee richiede giocatori diversi, con caratteristiche specifiche. Non solo, ma le stesse debolezze biancocelesti (vedi la difesa, vedi un vice Leiva), richiedevano qualcosa di più. Il nodo di tutto l'indice di liquidità che si traduce in un imperativo: per comprare la Lazio deve vendere. Il primo indiziato, anche per sua stessa ammissione, è Correa. Le richieste della Lazio superano troppo l'offerta e il mercato biancoceleste resta un cane che si morde la coda. Ecco perchè scende in campo Lotito. Un presidente che quest'estate ha già stupito: con Sarri, con l'annuncio del Flaminio. Manca l'ultimo passo.

E il Presidente ha deciso: un versamento di 10 milioni di euro per chiudere i conti in sospeso e procedere con gli acquisti. Probabile che il versamento ci sia già stato, o comunque sarà effettuato nelle prossime ore, solo dopo l'ufficialità sarà possibile dare a Sarri quanto chiede e quanto gli spetta. 

Enrica Di Carlo 

© Riproduzione riservata