CORREA-INTER I NERAZZURRI SCELGONO IL FEDELISSIMO DI INZAGHI

CORREA-INTER I NERAZZURRI SCELGONO IL FEDELISSIMO DI INZAGHI

Una trattativa lunga diversi mesi che ha visto un continuo tira e molla tra Lazio ed Inter che sembrava realmente infinito.

stampa articolo Scarica pdf


Iniziata ufficialmente l’avventura nerazzurra di Joaquim Correa che l’Inter ha prelevato dalla Lazio. Dopo una serie infinita di nomi e trattative che avevano visto i nerazzurri vicini a Zapata prima, Thuram e Belotti poi, alla fine è l’argentino a spuntarla e vestire il nerazzurro.

Alla fine la fumata bianca è arrivata per una cifra complessiva di 31 milioni di euro con pagamento pluriennale che scatteranno dopo il primo anno di prestito oneroso. Tornare ad avere a disposizione Correa è certamente una mossa di assoluto gradimento per l’allenatore dei nerazzurri Simone Inzaghi, anche se i numeri della carriera del giocatore argentino mostrati fino a questo momento sono ben lontani da quelli dell’uomo che sarà chiamato a sostituire; ovvero quel Romelu Lukaku appena passato al Chelsea.

Non una prima punta con cifre realizzative elevate ma un giocatore che si spera possa essere funzionale al progetto nerazzurro; queste sono le aspettative che accompagnano il trasferimento a Milano di Correa. L’accelerata decisiva alla trattativa è giunta quando i nerazzurri sembravano ormai ad un passo da Andrea Belotti per il quale c’era un accordo di massima per una cifra vicina ai 20 milioni di euro. La prima scelta di Inzaghi era però il giocatore argentino lungamente allenato in biancoceleste e dunque con l’ultima offerta i nerazzurri hanno trovato l’accordo con Lotito, che non poteva rischiare di tirare ulteriormente la corda e bloccare altre operazioni in entrata preziose per lo scacchiere di Maurizio Sarri.

Potrebbe non essere quello di Correa l’ultimo rinforzo dei nerazzurri che se dovessero completare il mercato in uscita con la cessione di Sanchez potrebbero tornare sul mercato con gli stessi nomi lungamente accostati ai nerazzurri in questi mesi che potrebbero tornare di moda. Belotti, Jovic, Kéïta, Scamacca e potrebbero rappresentare ottime occasioni last minute per completare un reparto che da un lato è cresciuto numericamente ma a cui probabilmente manca un cospicuo numero di gol su cui poter fare certamente affidamento.

Federico Ceste 

Foto Emanuele Gambino / unfoldingroma  

© Riproduzione riservata