Il Ritorno Alla Normalità: Quanto è Veramente Possibile

Il Ritorno Alla Normalità: Quanto è Veramente Possibile

C’è un entusiasmo generalizzato per questa ripresa che sembra finalmente essere quella definitiva, dopo le false partenze avute nel corso della pandemia

stampa articolo Scarica pdf


Anche se con un netto ritardo rispetto ai tempi previsti (e sperati), il mondo intero sta gradualmente tornando alla normalità, un concetto che forse non è mai stato così apprezzato come in questo periodo. Sono sempre più numerose le attività che ormai hanno abbandonato la modalità online, soprattutto per quanto riguarda la socialità e l’aggregazione. Gli eventi sono tornati quasi tutti in presenza seppur rispettando le misure di sicurezza stabilite, finalizzate a evitare un ritorno ai tempi bui del 2019 e del 2020.

C’è un entusiasmo generalizzato per questa ripresa che sembra finalmente essere quella definitiva, dopo le false partenze avute nel corso della pandemia. È soprattutto il mondo dell’arte, della cultura e della vita notturna a riprendere vita, quei settori che sono stati tra i più colpiti dalle chiusure totali o parziali. In particolare hanno finalmente riavuto il lasciapassare per l’apertura le discoteche, sale da ballo e locali assimilati, seppure con una capienza limitata al 50% del totale e sempre rispettando le normative di sicurezza: green pass per accedere e obbligo di mascherina nei momenti di ingresso e uscita. Anche i cinema e i teatri hanno riaperto le proprie porte, passando da una capienza parziale a una totale, a partire dall’ottobre scorso.

Il distanziamento sociale e la chiusura di tanti luoghi di ritrovo ci hanno reso tutti un po’ più tecnologici, durante questi lunghi mesi: le poche forme di divertimento di cui abbiamo potuto usufruire sono avvenute su Internet, ad esempio tramite i casinò online. Chi ha sempre pensato alle case da gioco come un luogo lontano e irraggiungibile si è reso conto che in realtà basta aprire il proprio PC o dispositivo mobile per connettersi a siti come Top 10 Slot, un portale che si dedica alla selezione dei migliori giochi di slot online, confrontandone le caratteristiche tecniche e i bonus proposti dai vari operatori. In questo modo è facile appassionarsi e acquisire una certa sicurezza nel gioco, che difficilmente verrà dimenticata in futuro.

La ripresa graduale della quotidianità

Oltre alle attività che abbiamo scoperto online e a cui probabilmente non rinunceremo, è stato rilevato però un altro fenomeno. Nei mesi della pandemia, i rapporti sociali sono stati pressoché interrotti e sostituiti dall’ambiente domestico in maniera esclusiva, o quantomeno prevalente. Tornare alla normalità fa paura a molte persone. L’idea di riprendere quella socialità a volte difficile e impegnativa spaventa, e provoca stati di ansia. Ne sono una conferma l’aumento del consumo di ansiolitici, anche in forma più blanda.

Ad aiutare il processo di transizione c’è la gradualità dettata nel riprendere una vita normale. Già prima dell’estate hanno riaperto le palestre, con delle limitazioni relative al numero massimo di persone presenti nelle sale. Dal 6 agosto, grazie al Green Pass, anche ristoranti e bar hanno potuto sfruttare appieno i propri spazi, aprendo anche all’interno e non solo all’esterno. Club e circoli culturali hanno ripreso l’organizzazione di eventi, anche se i musei e le mostre erano già accessibili dalla scorsa estate. Ad oggi, non manca nessuno all’appello: la speranza è quella che non vi siano assenti nei prossimi mesi invernali.

Cristiano Di Giorgio

© Riproduzione riservata