L’orchestra Bottoni

L’Orchestra Bottoni ha presentato durante questa serata il suo ultimo progetto ‘LIVE’, uscito nel 2014 e interamente registrato dal vivo.

stampa articolo Scarica pdf

Il primo ottobre sul palco dell’Auditorium Parco della musica con sede in Roma si è esibita L’orchestra Bottoni. Un nome molto curioso, sia nel genere musicale sia per gli strumenti che lo compongono. Per la prima volta mi trovo a scrivere  un articolo sulla musica e devo dire che con grande stupore e con grande entusiasmo mi sono trovata ad ascoltare un concerto di melodie e armonie polifoniche sostenute da una voce dal timbro teatrale tutto rigorosamente dal vivo. Il gruppo è composto da: Antonella Costanzo voce, percussioni Alessandro D’Alessandro organetto solista, coordinamento organetti Gianfranco Onairda, Silvia Di Bello, Elisa Di Bello, Giuseppe Di Bello, Matteo Mattoni, Francesca Villani, Giacomo Nardone organetto basso (bassoon),Mario Mazzenga basso,Daniele Chiantese drum set. Ad aprire il loro concerto un gruppo di CorAle Femminile Aureliano diretta da Piera Lanciani che hanno intonato a cappella alcuni brani del 900. Tutti i brani attingono dal repertorio della musica popolare proponendo però una forma rielaborata, un genere di musica che ha inspirato molti compositori. L’Orchestra Bottoni ha presentato durante questa serata il suo ultimo progetto ‘LIVE’, uscito nel 2014 e interamente registrato dal vivo. Il disco, accolto molto positivamente dalla critica e dal pubblico, è stato finalista al Premio Tenco 2014 e recentemente eletto secondo miglior album del 2014 al Premio di Musica Tradizionale di Loano. Con un’atmosfera rilassante e colorata ha permesso di ascoltare brani di diversa provenienza con uno stile che spazia dal classico al contemporaneo, con sfumature di funky, reggae, afrobeat. Interessante è stata anche la partecipazione di Canio Loguercio con una performance tutta meridionale.

Antonella Antonino 

© Riproduzione riservata