FROSINONE LECCE DI ALTA CLASSIFICA IN B

Finisce a reti inviolate il big match di serie B al Benito Stirpe di Frosinone tra due compagini che proveranno fino alla fine l’accesso alla massima serie

stampa articolo Scarica pdf

Giornata limpida per cuori forti oggi al Benito Stirpe di Frosinone dove le due compagini si scontrano in alta classifica per dare un segnale deciso al campionato di serie B in chiave promozione

8000 spettatori circa, di cui un nutrito seguito di tifosi del Lecce , e' pronto alla battaglia in questo primissimo pomeriggio di un bel sabato assolato .

Inizio di gara a favore dei padroni di casa con un paio di occasioni nei minuti iniziali ma sostanziale equilibrio tra le due squadre , entrambe consce della posta in palio odierna . In particolare ,per gli ospiti , l' assenza dall' inizio della punta Coda , leggero infortunio per lui , sembra farsi sentire , soprattutto in fase di non possesso e ripartenza .

All' 8 minuto l' attaccante del Frosinone Ricci si ritrova a tu per tu col portiere dopo un bel lancio di Szyminski ma il guardalinee ferma il gioco per un fuorigioco di centimetri

Al 15 si fa vedere il Lecce con Gargiulo che , ottimamente imbeccato dal fondo dal ficcante Barreca , opera uno splendido pallonetto che , sfortunatamente per i giallorossi , si stampa sulla traversa .

Clamorosa invece l' occasione di Garritano per i frusinati al 20 che , dopo un bel fraseggio dentro l' area tra Canotto e Cotali , spedisce alto a 5 metri dal portiere in disperata uscita

Al 23 ancora Frosinone , questa volta con una ripartenza fulminea dopo un errore in fase di attacco del Lecce da parte di Charpentier che dalla destra prova ad imbeccare il liberissimo Canotto ma il vigile Gargiulo blocca tutto

Si chiude il primo tempo sostanzialmente senza occasioni sia da una parte che dall altra , ma con un evidente predominio territoriale dei padroni di casa che indubbiamente , sin qui , hanno “fatto la partita”

Dopo il cambio nel secondo tempo e l' ingresso del centrocampista Bjorkengren al posto di Majer il Lecce sembra aver invertito la rotta riversandosi in fase offensiva con piu' intraprendenza ed infatti , gia' al minuto 54 , ottima occasione tra i piedi di Dermaku all' altezza del dischetto del rigore ma arriva arriva la pronta interdizione della difesa canarina .

Al 58 si rivedono i gialli con una bella ripartenza dettata da Lulic che pero’ termina con tiro e palla al lato di Ricci dopo un bel cross di Szyminski , quest' ultimo "migliore in campo" quest' oggi al Benito Stirpe

Al 60 con l' ingresso in campo del bomber Coda il Lecce sembra prendere piu' fiducia , anche se il pallino del gioco rimane sempre in mano ai padroni di casa , che infatti sfiorano ancora una volta il goal con un bel sinistro di Cotali dai 20 metri

Al 77 dopo un lungo stop per l' infortunio alla testa del subentrato Novakovich arriva l occasionissima per gli ospiti che , dopo una breve ripartenza , arrivano alla conclusione col loro miglior giocatore Coda che pero' si fa neutralizzare un buon destro dall' estremo difensore Ravaglia che salva il risultato deviando a lato

All' 85 sembra arrivata una svolta nell' equilibrio della partita con l' espulsione del neo entrato Manzari per il Frosinone ma il direttore di gara Fabbri viene richiamato al var per cambiare il colore del cartellino e quindi lasciare un finale di partita senza vantaggio numerico per gli ospiti

Al 90 brivido per i 7000 presenti con il subentrato Rodriguez per il Lecce che gira di destro un buon calcio piazzato all' altezza dell' angolo destro dell' area frusinate .

Si conclude quindi un ottimo match a ritmi intensi , con le due squadre che si sono divise i tempi quanto ad occasioni e possesso palla .

Canarini arrembanti nel primo tempo, poi il Lecce esce alla distanza e sfiora il gol , in particolare con Coda. Pari quindi giusto ed un punto che sostanzialmente accontenta tutti .

Dall’ inviato Cristian Coppotelli

© Riproduzione riservata