PORTO LAZIO 2 1 TONI MARTINEZ RISPONDE A ZACCAGNI

Doppietta di Toni Martinez in risposta alla gol del vantaggio di Zaccagni e il Porto la ribalta. Tra una settimana all'Olimpico tutto è possibile

stampa articolo Scarica pdf

Vince il Porto la gara d’andata degli spareggi d’Europa League. Inizia benissimo la Lazio che trova il vantaggio con Zaccagni, nel suo momento d’oro ma che salterà per squalifica il match di ritorno, ma subisce la rimonta firmata Toni Martinez. I biancocelesti ripartono da Oporto con la testa altissima, in fiducia, per una gara Europea tra le migliori biancocelesti degli ultimi anni al cospetto di una formazione sicuramente superiore e più attrezzata. Rammarico perché i due gol subiti erano sicuramente evitabili e frutto di errori della retroguardia laziale. La squadra di Sarri, però, può dirsi soddisfatta perché il lavoro di crescita avviato dal tecnico continua a vedersi, i miglioramenti sono costanti e nonostante ci sia ancora da lavorare, la strada intrapresa è quella giusta. Da sottolineare, nella difficoltà della gara, anche le assenze biancocelesti che ha affrontato una partita delicatissima senza Acerbi, Lazzari e Ciro Immobile. La formazione di Sarri è presto fatta: in difesa ancora Patric e Luiz Felipe, spostato Marusic, dentro Radu al posto di Hysaj davanti alla porta difesa da Strakosha. L'attacco, senza Immobile, affidato ad Anderson con Pedro e Zaccagni. Centrocampo solito formato da Leiva e Milinkovic con Luis Alberto. Ora l’obiettivo è recuperare le forze e le energie per affrontare il terzo appuntamento settimane, che la Lazio ha sempre sofferto: domenica sera altra trasferta contro l’Udinese, senza Leiva e Luis Alberto squalificati, Sarri spera di recuperare Immobile influenzato.

La partita

Due angoli in due minuti battuti dal Porto che dimostra da subito quanto ama attaccare allargando il gioco e rimedia da subito il primo cartellino della serata: giallo dopo 3 minuti per Grujic per fallo su Pedro.

All’8^ intervento di petto di Luiz Felipe che si salva appoggiando per Strakosha: Luiz Felipe dimostra per l’ennesima volta di poter fare in una sola partita interventi poderosi ed errori clamorosi.

Al 10^ avanza la Lazio con Pedro che parte dal centro e taglia verso la sinistra da dove fa partire un assist per Felipe Anderson. Non ci arriva il brasiliano, che anzi scivola da solo in area.

20^ accelerazione e conclusione di Toni Martinez, ma riparte la Lazio: Pedro per Marusic che serve in mezzo con tempismo perfetto e ottiene un angolo per la Lazio. Dalla bandierina, lo schema biancoceleste: Luis Alberto dialoga con Pedro che serve Zaccagni che di tacco gonfia la rete. Un gesto tecnico da applausi per il numero 20 biancoceleste che al 22^ porta in vantaggio i suoi.

Reagisce il Porto: al 25^ Conclusione di Toni Martinez respinta da Marusic. Al 27^ Salvataggio sulla porta: Pepê beffa Strakosha, il pallone era lento, ma insidiosissimo. Ci ha pensato Luiz Felipe a gestire la situazione e salvare il risultato.

E’ la logica reazione del Porto allo svantaggio subìto, ma è la Lazio ad andare vicinissima al gol del 2 a 0. Nasce tutto dalla ripartenza di Luis Alberto che palla al piede si invola al centro e duetta, come al solito, con Pedro. Apertura per Milinkovic che ci prova con una strepitosa giocata, ma Diego Costa si è fatto trovare pronto

36^ Ancora Lazio vicinissima al gol: uno contro uno di Zaccagni, che fa tutto bene, ma al centro non ci sono compagni. Diego Costa evita il peggio per i suoi.

Al 37^ 1 a 1 bellissimo firmato Toni Martinez: torsione perfetta e di testa la palla va dove Strakosha non può arrivare. Ci poteva arrivare senza dubbio Luiz Felipe che ha lasciato il giocatore troppo solo per saltare e colpire.

38^ ammonito nella Lazio anche Milinkovic Savic: stacco imperioso del centrocampista biancoceleste che travolge Zaidu. Non c’è cattiveria, né un vero e proprio fallo, ma la fisicità del numero 21 si fa sentire

Secondo tempo

Conceicao non è evidentemente soddisfatto del primo tempo dei suoi e manda in campo Vitinha e Galeno per Vieira e Grujiv. Il Porto entra meglio in campo e subito completa la rimonta. Il gol del raddoppio è un copia incolla del gol del pari: fermi i giocatori biancocelesti che lasciano i portoghesi liberi di fornire l’assist e Toni Martinez può ancora una volta superare Luiz Felipe e firmare il 2 a 1.

Ci prova ancora il Porto, sempre con Toni Martinez che questa volta può approfittare di un’uscita scellerata del solito Luiz Felipe. Il tiro questa volta è deviato in angolo da Strakosha.

Rischia tanto la Lazio: il Porto è in completo controllo della partita, la squadra di Sarri non riesce più a rialzare la testa mentre si sommano gli errori difensivi e i tentativi di ripartenza imprecisi.

68^ Prova la Lazio a rendersi pericolosa con Milinkovic: assist di Anderson, in ombra in questo secondo tempo, e tacco del numero 21. Vuole doppiare il gesto di Zaccagni e per poco non gli riesce.

Primo cambio anche nella Lazio: dentro Cataldi per Leiva, mentre Conceicao richiama in panchina, tra gli applausi, Toni Martinez che lascia il posto ad Evanilson.

Al 71^ in campo nella Lazio anche Hysaj per Radu.

Nonostante il vantaggio, nervosi i giocatori del Porto che rimediano due gialli in pochi minuti: prima Galeno, poi Evanilson per i falli su Anderson e Pedro.

77^ giallo anche per Zaccagni nella Lazio e questo cartellino è più pesante perché il giocatore diffidato, non sarà della partita tra una settimana all’Olimpico.

Ancora Porto al 79^ Galeno fa partire l’assist forte e teso: non trova nessuno dei suoi compagni e può ripartire la Lazio che ci prova sulla ripartenza: ancora una volta Mattia Zaccagni, pescato perfettamente da Luis Alberto, libera il tiro deviato in angolo.

All’83^ gli ultimi cambi nella Lazio: dentro Basic, Raul Moro e Cabral per Luis Alberto, Zaccagni e Pedro.

Si fa vedere all’87^ Felipe Anderson che tenta il tiro, ma il pallone termina sull’esterno della rete.

Gettoni nel Porto per Eustaquio e Bruno Costa che entrano al posto di Joao Mario e Pepe. Quattro i minuti di recupero in cui la Lazio continua a crederci nonostante la formazione rimaneggiata.

Molti si aspettavano la goleada portoghese. Non è stato così, anzi. La Lazio ha disputato un’ottima partita, dimostrandosi all’altezza di un avversario di assoluto livello. Al ritorno all’Olimpico tutto sarà possibile: mancherà Zaccagni, ma ci sarà Ciro Immobile.

Enrica Di Carlo Foto Emanuele Gambino

© Riproduzione riservata