NUOVI VOLONTARI COMBATTENTI NELLA GUERRA UCRAINA – RUSSIA

NUOVI VOLONTARI COMBATTENTI NELLA GUERRA UCRAINA – RUSSIA

La guerra procede senza sosta, senza che i leader dei due governi, Putin per la Russia e Zelensky per l’Ucraina, riescano a trovare un compromesso

stampa articolo Scarica pdf


La guerra procede senza sosta, senza che i leader dei due governi, Putin per la Russia e Zelensky per l’Ucraina, riescano a trovare un compromesso per metter fine a questa assurda guerra che vede coinvolti migliaia di morti civili.

Questa guerra non solo vede coinvolti sui due fronti le due potenze, ma molte persone delle nazioni vicine, stanno avendo molta empatia con l’Ucraina e per aria di patriottismo vanno a combattere spontaneamente per difendere l’Ucraina. Quindi, stiamo assistendo ad un fenomeno non isolato di nuovi combattenti, estranei alla guerra, che si sentono coinvolti e partono come nuovi “patrioti” per difendere la nazione che risulta essere in difficoltà.

Ciò già avvenne per la guerra curda, in cui molti civili senza che avessero un legame con l’evento, partirono spontaneamente in nome di questa libertà e di questi ideali per difendere la nazione che risulta essere sotto attacco. Questo è quello che sta facendo Giulia Schiff, una giovane di 23 anni, originaria della provincia di Venezia, che si è offerta volontaria per combattere questa guerra, rispondendo all’annuncio di Dmytro Kuleba, Ministro degli Affari Esteri ucraino, che lanciò un appello urgente per coinvolgere combattenti esterni nella Legione Internazionale per combattere i russi in Ucraina, chiamata anche Legione Internazionale di Difesa Territoriale.

In questo gruppo si uniscono ex militari di tutto il mondo, con esperienze belliche alle spalle, per fronteggiare la potenza Russa.

Evelyn Grazia Nericcio

© Riproduzione riservata