Fiorentina-Roma

Sorriso d'Autunno

840
stampa articolo Scarica pdf

FIORENTINA: Tatarusanu; Roncaglia, G. Rodriguez (81' Babacar), Astori; Blaszczykowski (61' Rossi), Vecino, Badelj (61' Mati Fernandez), Bernardeschi; Ilicic, Borja Valero; Kalinic.
A disp.: Sepe, Lezzerini, Tomovic, Pasqual, Mario Suarez, Verdù, Rebic.
All. Paulo Sousa.

ROMA: Szczesny; Florenzi, Manolas, Rüdiger, Digne; Pjanic (79' Torosidis), De Rossi (37' Vainqueur), Nainggolan; Salah, Dzeko, Gervinho (89' Gyomber).
A disp.: De Sanctis, Castan, Maicon, Emerson, Uçan, Ponce, Iago Falque, Iturbe, Sadiq.
All. Garcia.

Arbitro: Orsato di Schio. Assistenti: Passeri e Padovan. IV uomo: Musolino. Assistenti di porta: Gervasoni e Russo.

Firenze, Stadio Franchi, la Roma si gioca il primato in classifica e la credibilità, dopo una trasferta tedesca non troppo convincente, Garcia schiera una Roma piuttosto rassicurante riproponendo uno stratosferico Florenzi come terzino destro, ma a tratti anche centrocampista, Digne e Manolas impeccabili ed un Rudiger scalpitante, centrocampo da manuale ed il tridente d'attacco con Dzeko dal primo minuto e le due convincenti ali Gervinho e Salah che abbiamo ammirato nel loro doppio ruolo: di contorno a Dzeko e come improvvisati terzini a supporto di una difesa che in più di un'occasione è diventata a 6; un problema in meno ed una furbizia in più.

Spesso ci siamo chiesti perchè le altre squadre, pur giocando male ed impostando scarso impegno, riuscissero a vincere le partite e perchè la Roma in diverse occasioni impostando una gara ad altissimi livelli subisse gol in modo ingenuo, l'equazione non trovava mai soluzione e la consolazione di vedere una bella partita persa immeritatamente non ci lasciava un buon sapore in bocca...CINICA, oggi è toccato alla Roma essere “cinica” un aggettivo che è stato spesso accostato alle altre e che oggi ci sembra così gustoso in questa serata autunnale, come un buon vino davanti ad un caminetto.

Il primo tempo comincia in modo piuttosto equilibrato, la Roma riesce a mandare sistematicamente in offside la Fiorentina e al 6' Salah, Nainggolan, Pijanic, Salah schema davanti alla porta viola, parabola di sinistro direttamente alle spalle di Tatatrusanu 0-1 Salah non esulta ma il Franchi non fischia quasi più.

La Fiorentina ci mette un po' a riorganizzarsi, soffre e sembra confusa in mezzo al campo,non riesce ad uscire più di tanto dalla propria metà anche se al 12' l' incursione Viola in volata si fa pericolosa, Szczesny salva sul filo dell'area con le mani rischiando l'espulsione. Tre minuti e la Fiorentina attacca con Kalinic, pallonetto fuori misura che va alto sopra la traversa.Al 16' primo giallo della partita a Dzeko, complice il centrocampo Viola che sale e mette sotto pressione la Roma, gli avversari cercano palla tra le gambe degli attaccanti per ripartire in contropiede sperando di saltare una retroguardia abbottonata ma allo stesso tempo elastica che non permette l'avanzata sotto-porta, la tattica costringe gli uomini di Sousa a diverse invenzioni da fuori. 23 minuti di gioco,angolo per la Fiorentina, Rudiger spazza permettendo la ripartenza ma la palla esce in fallo laterale, nella Fiorentina Bernardeschi si porta spesso al sacrificio e Blaszczykowski ( sostituito al 61' con Giuseppe Rossi) viene spostato più esterno. Al 25' arriva il giallo per Florenzi per un tocco di mano durante l'azione di gioco, punizione da 30,5 metri dritta verso la porta, tira Ilicic mura Digne, la partita passa a questo punto tra i piedi della Fiorentina che imposta, crea, riparte, costringendo la Roma ad un lavoro di copertura piuttosto faticoso, non brilla ma contiene. Al 33' Bernardeschi/ Borija Valero e un cross che viene deviato da Digne in angolo, parte l'azione, i Viola perdono palla con De Rossi che anticipa l'avversario al limite dell'area, Florenzi lancia Gervinho che in contropiede completamente solo da centrocampo si invola superando Tatarusanu, 0-2 facile? Per Gervinho poteva non esserlo! Al 37' cambio per la Roma esce De Rossi, nell'azione che ha poi portato al gol, il risentimento all'adduttore si manifesta nuovamente e lo stesso giocatore chiede di uscire, al suo posto Vainqueur.Il Franchi non si ammutolisce e la squadra di casa tiene il campo, sviluppa bene le azioni e si mostra più compatta, la Roma ha fatto i compiti senza stupire freddamente e quasi passeggiando, una partita che possiamo dirlo non ci ha fatto divertire più di tanto ma almeno esultare. Al 40' è Vecino a prendere palla, di getto tira in porta ma Szczesny spedisce in angolo, 4 minuti ed Ilicic confeziona un potente tiro a giro tra due difensori, la palla avvelenata finisce sul fondo alla destra del portiere Giallorosso. Il primo tempo si conclude con una punizione di Pijanic, tiro angolato che finisce di parecchio sopra la porta.


Il Secondo Tempo si apre con la Fiorentina in attacco, domina ma risulta inconcludente ed è Gervinho a sventare alcune incursioni Viola, la Roma continua il suo lavoro di contorno, il Mister chiede al centrocampo di salire per non concludere la partita subendo gli attacchi avversari ed è ancora Manolas al 52' ad allungare lo scarpino spedendo in angolo la palla, i ragazzi di Sousa cominciano a subire la pressione ed è Roncaglia stavolta a rimediare il giallo per un fallo su Nainggolan, grandioso nella tenuta, concentrato e sempre sulla palla. Al 55' Doppio miracolo Viola sulla cavalcata di Gervinho che, parato da Tatarusanu, vede il pallone finire sui piedi di Pijanic che trova a sua volta sulla linea di porta un attento Bernardeschi. Garcia sente il fiato sul collo e richiama attenzione sulle fasce, la Firentina si fa sempre più insidiosa ed al 67' Bernardeschi prende palla, con rabbiosa convinzione tira in porta, Szczesny para ma non trattiene e Florenzi spazza sulla linea di porta. La palla dello 0-3 viene servita proprio da Florenzi a Dzeko, il bosniaco sbaglia clamorosamente al limite dell'area piccola, il giovane attaccante deve ancora ritrovare il ritmo partita. Il match si fa più intenso e la Fiorentina trova il gol con Rossi, risoluzione annullata per fuorigioco netto di Kalinic che tocca per primo la palla su assist di Mati Fernandez (subentrato a Badelj), ma i Viola non demordono e vanno continuamente in percussione, Sousa decide per il cambio, dentro Babacar fuori Rodriguez. Negli ultimi minuti sarà solo Fiorentina, prima con Kalinic che si invola in contropiede e solo davanti alla porta manda altissimo, poi un susseguirsi di eventi Szczesny ammonito per perdita di tempo nel rinvio, mentre al 86' doppio giallo per Salah, che si fa ammonire per un fallo e subito dopo per proteste contro l'arbitro, la Fiorentina tenta quindi l'arrembaggio ed al 93' in pieno recupero è Babacar su assist di Borija Valero in diagonale a siglare l'1-2, non c'è tempo per altro e la Roma vola in solitaria al primo posto...speriamo che duri.

La partita come detto non ha dato quelle conferme che tanto ci aspettavamo, la squadra ha dimostrato che il sacrificio paga, la riflessione ci porta a supporre che la difesa non può e non deve avvalersi degli innesti a supporto sul lungo termine, onde evitare un brusco calo di prestazioni nel girone di ritorno quando le forze calano fisiologicamente e mettono le squadre in forte difficoltà.

Laura Tarani

© Riproduzione riservata