Mi Colori, Del Chitarrista Massimo Sorrentino

Mi Colori, Del Chitarrista Massimo Sorrentino

Fra i 12 brani composti trovano spazio anche due brani non originali: “Blackbird” ( dei Beatles ) e lo standard “Over the rainbow”.

stampa articolo Scarica pdf

È uscita la ballad jazz, “Mi colori”, del chitarrista Massimo Sorrentino. Nel brano figurano jazzisti quali Andrea Rea al piano e Daniele Sorrentino al contrabbasso ( musicisti del prestigioso quartetto di Stefano Di Battista ).

Il singolo anticipa l’uscita del terzo disco da leader del chitarrista, che si intitolerà “Corde a colori”, in uscita su CD e su tutte le più importanti piattaforme digitali a fine aprile, con la storica etichetta toscana, RadiciMusic Records.

Un concept album diviso in 4 parti con l’obiettivo di esplorare la quantità e la qualità sonora del mondo chitarristico: con impronte jazz sperimentali e contaminate.

Tali differenze sonore e stilistiche vengono scandite facendo riferimento alla suggestione a 4 colori, a cui sono stati dedicati 3 composizioni che vogliono di rispecchiare l’emozione che ogni colore può provocare.

Attraverso la successione dei colori (il bianco, il verde, il rosso e il blu), nonchè titoli apripista di ogni parte del disco, si vuole donare la suggestione del mood che impernia i vari brani, che sono stati composti e/o arrangiati da Sorrentino seguendo una esplorazione con il susseguirsi di aggiunte di varie chitarre ed idee musicali, che con l’avanzare dell’ascolto diventano sempre più di ampio respiro.

Il “Bianco acustico” rappresenta il minimalismo e la purezza sonora della chitarra acustica.Il “Verde trio” è la coesione di soli tre strumenti principali ( chitarra, contrabbasso e pianoforte ).Il “Rosso orchestrale”: la chitarra jazz ed elettrica immersa in un grande organico sinfonico, che vuole richiamare all’aspetto più teatrale e cinematografico della musica.Il “Blu elettrico”: la sperimentazione sonora con chitarre elettriche attraverso suoni rarefatti, immerse in ritmiche acid-jazz, afrobeat, rock…


© Riproduzione riservata