LA PRIMAVERA E’ DAVVERO ARRIVATA

Alberi da frutto che non fanno in tempo a maturare e perdono già ai piedi delle radici i frutti acerbi caduti in modo precoce mentre tantissimi fiori muoiono prima del tempo

stampa articolo Scarica pdf


L’Italia sembra essere coinvolta in un tumulto stagionale senza eguali se si pensa che, negli ultimi anni, le stagioni non hanno mai avuto confini realmente netti e non hanno mai rispettato le scadenze.

Siamo in piena primavera secondo il calendario, eppure la stagione primaverile sembra in procinto di arrivare solo nei prossimi giorni portando caldo e tanto sole. Il freddo, nei giorni scorsi, è arrivato senza avvisare portando raffiche di vento gelato, grandine che ha distrutto i raccolti, neve nelle province più alte. Un sistema climatico che ha messo in confusione la natura stessa come se si stesse divertendo a tirare i dati senza logica.

A rischio non ci sono soltanto le colture, ma anche le specie animali, soprattutto gli insetti, sembrano risentirne e ciò potrebbe portare come conseguenza alla loro estinzione. Lo vediamo dagli stormi migratori di molti uccelli che partono prima e arrivano in ritardo spostando in questo modo la stagione degli amori e le nidiate che nascono in ritardo, mentre per gli insetti si crea una vera e propria corsa contro il tempo per fare a gara per la riproduzione avendo a disposizione solo pochi giorni di vita all’anno.

Alberi da frutto che non fanno in tempo a maturare e perdono già ai piedi delle radici i frutti acerbi caduti in modo precoce mentre tantissimi fiori muoiono prima del tempo e le api non fanno in tempo ad impollinare.

Una primavera sopra le righe quest’anno, caotica, diffidente ma allo stesso tempo affascinante.

Evelyn Grazia Nericcio

© Riproduzione riservata