Promozione Culturale A Roma: Perché Non Pensare A Soluzioni Alternative

Promozione Culturale A Roma: Perché Non Pensare A Soluzioni Alternative

Non molto tempo fa è stato proposto da alcuni studiosi italiani una sorta di videogame ambientato in un museo.

stampa articolo Scarica pdf


Promuovere degli eventi culturali non è mai troppo semplice. Questo sia perché le risorse che il Governo stanzia per la cultura nel nostro Paese sembrano essere sempre troppo scarne rispetto alle possibilità che l’Italia offre, sia perché c’è sempre bisogno di proporre qualcosa di innovativo, che possa attirare quante più persone possibili.

Proprio per questo motivo, a prescindere dal tipo di organizzazione, sarebbe utile e necessario pensare a delle idee mai portate avanti da nessuno per poter garantire nuove possibilità di promozione della cultura in Italia. A Roma, in particolar modo, non mancano le risorse da un punto di vista artistico, quello che spesso manca è la capacità organizzativa e gestionale. Ma d’altronde, il problema legato alle lungaggini burocratiche non giova a favore di nessuno. Vediamo quali potrebbero essere delle soluzioni alternative per promuovere la cultura nella capitale d’Italia.

Videogames e cultura

Non molto tempo fa è stato proposto da alcuni studiosi italiani una sorta di videogame ambientato in un museo. Questo permetteva di sviluppare delle idee innovative in campo culturale. Il software avrebbe consentito di rendere l’approccio degli ospiti di un museo, di una mostra, molto più interattivo e sicuramente emozionante. Purtroppo l’idea è un po’ naufragata e non se ne sta parlando più di tanto, ma potrebbe essere sicuramente ripresa e riproposta per la città di Roma. Una maniera per avvicinare anche i più giovani alla cultura italiana: d’altro canto, il mercato del gaming è ormai uno dei settori che principalmente sta dominando il mercato del web.

Cultura e casinò: connubio possibile?

Sarebbe possibile unire cultura e gioco d’azzardo? Non sarebbe sicuramente la prima volta. In diverse case da gioco della Grecia, così come degli Stati Uniti, spesso e volentieri vengono proposti degli eventi culturali di ogni tipo: parliamo di vere e proprie mostre d’arte, fino ad arrivare a opere teatrali e concerti musicali. In realtà, si tratta di qualcosa di già ben consolidato in altri Paesi: in Italia mancano effettivamente le strutture di questo tipo. Basti pensare al fatto che veri e propri casinò siano presenti solo al Nord Italia (in Liguria e in Veneto). Ma perché non pensare alla realizzazione di una casa da gioco a Roma, la quale possa non solo attirare tanti nuovi utenti e visitatori, con un giro di denaro non indifferente, tanti posti di lavoro in più e la possibilità di promuovere l’arte in ogni sua forma?

La forza dello streaming

In tale contesto, non andrebbe sottovalutata neanche la forza dello streaming e di tutto ciò che si può trasmettere grazie alle piattaforme apposite. Ormai sulle piattaforme di streaming possiamo imbatterci in qualsiasi tematica: video di cucina, passando per quelli di cronaca nera e arrivando a quella sportiva. Perché non incentivare ulteriormente il lavoro di chi si impegna tramite la rete e tramite lo streaming? Ormai, grazie a piattaforme come YouTube e altre similari, si possono promuovere tante tipologie di forme culturali e di arte nello specifico, avvicinando più facilmente i giovani e non solo.

Marco Dal Puppo

© Riproduzione riservata