Roma-Cremonese 1-0 Seconda Giornata Serie A 2022-’23

Roma-Cremonese 1-0 Seconda Giornata Serie A 2022-’23

Decisivo un colpo di testa di Smalling

stampa articolo Scarica pdf

Seconda giornata di campionato, la prima all'Olimpico.

La Roma nel posticipo del lunedì incontra la Cremonese di Alvini.

ROMA (3-4-2-1): Rui Patricio; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Cristante, Pellegrini, Spinazzola; Zaniolo, Dybala; Abraham.

CREMONESE (3-4-1-2): Radu; Aiwu, Chiriches, Lochoshvili; Ghiglione, Pickel, Ascacibar, Valeri; Zanimacchia; Okereke, Dessers.

Si presenta con Abraham davanti e Dybala e Pellegrini appena dietro sulla stessa linea.

Subito um brivido, contropiede di Zaniolo, uno/due con Abraham che la tocca in diagonale sottoporta per Pellegrini che sfiora di un soffio il secondo palo.Ancora Dybala dalla distanza, in un crescendo che vede il giovane 22 riproporre  inserimenti intelligenti e veloci non solo alla ricerca degli attaccanti, ma anche come spinta per l'iniziativa personale portandosi dietro mezza difesa e costringendo al fallo l'avversario.

Ancora una prova di spessore per Spinazzola, il ritorno si sta facendo sentire specialmente nel modo in cui riesce a dare equilibrio in mezzo al campo e a mettere i compagni in condizione di potersi dedicare alla fase di attacco. Singolare l'utilizzo a destra con Karsdorp alle spalle, ed allo stesso tempo l'idea di spostarsi sulla sinistra per servire Dybala sembra essere efficace . Impressionante la velocità di manovra che va a confondere l'avversario.

Buona anche l'intesa di Cristante che sembra trovare con Mourinho una posizione interessante per lo scambio in verticale con Pellegrini, ma che sfrutta anche il movimento in avanti nel cercare gli spazi ed impegnare il difensore.

Ancora un brivido sottoporta con Dybala che serve dalla Sinistra Abraham stavolta anticipato di un soffio da Ascacibar.

Di contro la Cremonese risponde finora molto bene con Chiriches e Lochoshvili  che cercano sempre di recuperare palla dietro per spingere in avanti in favore di Valeri e

Okereke che provano schemi anche sulla linea di fondo, operazione ben gestita da Karsdorp che riesce sempre a rientrare al momento giusto.

Buona la fase di non possesso con i due centrali che eliminano la capacità di coordinazione della Roma specialmente a centrocampo costringendo i giallorossi a preferire il contropiede.

Doppio intervento di Radu dopo una falcata che vede Dybala cercare di bucare la porta, di nuovo anche Abraham che sfiora di un soffio il palo alla destra del portiere.

Una Roma che gioca a tutto campo, Zaniolo, Pellegrini e anche Dybala in copertura della fase difensiva per poi ripartire sempre in maniera composta e coordinata.

0-0 alla mezz'ora, i grigio-rossi si muovono a blocchi con 5 o sei giocatori a seguire palla e Chiriches a fare da scodellatore di palloni verso gli attaccanti, una tattica ben studiata che vede gli ospiti rischiare poco e gestire il risultato, tiro dalla distanza di Pikel che manda alto sopra la traversa, ancora Okeleke, sottoporta fermato da Smallimg che prova a far ripartire l'azione, Mourinho chiede ancora più intensità cercando il rinvio dalla porta profondo direttamente sulla linea degli attaccanti.

Dessers di testa impensierisce Rui Patricio con un tiro che spiazza la difesa, in ritardo nel pressing sugli attaccanti cremonesi.

Lancio lungo di Rui, stacca Zaniolo che la manda indietro per Ibanez, il gioco si concentra a centrocampo dove la Cremonese regge bene e Pikel si concentra nella marcatura stretta di Abraham.

Contropiede Roma, palla a Zaniolo che si invola verso la porta brutto fallo al limite dell'area di rigore e brutta caduta sulla spalla destra con il giocatore costretto ad uscire dal campo, al suo posto El Shaarawy.

4 min di recupero, scambi a centrocampo più di gestione che per intento, ci provano prima Dybala e poi El Shaarawy senza cattiveria e Dessers che tenta lo strappo trovando un ultimo angolo, che viene respinto da Smalling.

Contropiede Roma è ancora una volta Radu a coprire. Una buona Roma nel primo tempo, tante le occasioni, troppe mancate ma la voglia sembra esserci,seppur alcuni giocatori fatichino a reggere il ritmo.

Il neo più grosso l'infortunio di Zaniolo che riporta una Lussazione alla spalla e rischia di saltare la Juve.

Massimi fischia l'inizio del secondo tempo, palla a Chiriches, recupera subito Pellegrini.

Rimvio di Radu, coordinazione di Dessers che colpisce la traversa sfiorando il gol di un soffio.

La Cremonese mette subito il piede sull'acceleratore cercando la sorpresa, buona la posizione di Aiwu e Ascacibar che costringe El Shaarawy alla fase difensiva e Rui Patricio all'intervento.

Giallo per Zanimacchia dopo un fallo di mano e conseguenti proteste a seguito di uno scontro con Mancini, forse uno dei giocatori meno incisivi in questo match dove si trova davanti una Cremonese ordinata e veloce, capace di un buon possesso palla e coordinazione più ferrea in questa seconda fase di gioco. Il Faraone appare fuori contesto, due occasioni mancate sottoporta in modo clamoroso seguito a Ruota da uno sfortunato Dybala.

Escono Zanimacchia, Aiwu e Ghiglione ed entrano Buonaiuto, Baez e Bianchetti.

La Roma si incaponisce nel cercare il risultato, la Cremonese non si ferma e crea ostacoli con 4 giocatori sul portatore di palla, riuscendo poi molto  spesso ad arrivare sottoporta, poca attenzione in difesa con gli attaccanti ancora costretti a fare la spola, la Roma insiste, batte l'angolo Pellegrini angolato direttamente sul promo palo, dove di testa la fa sfilare in porta Smalling 1-0 con dedica di cuore al compagno Whinaldum.

Si riprende fiato nonostante la Cremonese si faccia ancora minacciosa davanti a Rui Patricio, Mou sospende l'operazione di cambio e attende, anche se le progressioni di Spinazzola cominciano a scendere, c'è spazio per un'altra prodezza di Radu su Abraham e Mou avvia le sostituzioni:

Matic per Dybala e Zalewski per Spinazzola.

Ancora angolo per Pellegrini ma la palla viene spazzata dalla difesa grigiorossa.

Una Roma più guardinga negli ultimi minuti con un 5-3-2  che punta a rompere gli equilibri avversari, Ascacibar, Valeri e Dessers puntano a sfondare la difesa. Punizione in area per la Roma dopo un fallo su Abraham, ma si conclude con un nulla di fatto.

Ancora un gol da un non attaccante, con la fase offensiva sempre attiva e irrequieta, El Shaarawy non si approccia in maniera ottimale al match, sbagliando ma soprattutto sprecando molto, andando a creare incomprensioni tra i compagni.

Menzione d'onore per Pellegrini, ancora una volta perno imprescindibile del campo, capace di tenere palla e dirigere la scena con umiltà e ordine. Esce Karsdorp entra Celik.

4 min do recupero, la Cremonese ci crede con Chiriches che lasciato solo ci prova dal limite dell'area sfiorando il palo.

Ancora avversari in avanti, a mettere brividi ad un risultato in bilico, Roma poco attenta e stanca con l'ingresso di Celik non troppo entusiasmamte ed una partita sottotono di Mancini, forse sorpreso da una Cremonese in grande spolvero.

La Roma vince a fatica, perde Zaniolo nel momento clou del match. Troppi dubbi ancora per parlare di una Roma matura, si fatica pur producendo più del dovuto, in definitiva una partita che nel secondo tempo ha tirato fuori tante imperfezioni.

Il campionato è lungo.

Laura Tarani

Fonte della fotografia: Giuseppe Fama 

© Riproduzione riservata