NUOVO REMAKE DEL FILM NULLA DI NUOVO DAL FRONTE OCCIDENTALE

NUOVO REMAKE DEL FILM NULLA DI NUOVO DAL FRONTE OCCIDENTALE

Il film cattura fin dalle prime scene, presentando un cast tutto tedesco con alcuni attori di grande calibro come Daniel Bruhl,

stampa articolo Scarica pdf


Dopo il film del 1939 e quello del 1979, è uscito il nuovo remake del film "Nulla di nuovo dal fronte occidentale", terzo adattamento del romanzo di Erich Maria Remarque intitolato "Im Westen nichts Neues", ricevendo il compito di rappresentare la nazione tedesca nella sezione del miglior film internazionale ai Premi Oscar 2023.

Il film cattura fin dalle prime scene, presentando un cast tutto tedesco con alcuni attori di grande calibro come Daniel Bruhl, Albrecht Schuch e molti altri. Il libro, come il film, coinvolge fin dalle prime pagine, presentandosi come un romanzo di formazione che vede coinvolti giovani ragazzi di appena 17 anni che sentono nelle vene scorrere il sangue patriottico, e indirizzati anche dagli insegnanti a partecipare come volontari, si arruolano con enfasi. La "gioventù di ferro", così chiamata la leva di giovani militari pronti a combattere come volontari per la propria patria, si scontreranno presto contro un mondo fatto di violenza e morte, disperazione e paura, intrappolati nella cruda realtà della trincea.

Una propaganda che elogia la guerra, che porta i giovani ad arruolarsi per poi vedere con i loro occhi la morte dritta in faccia, come succederà per il protagonista Matthias Erzberger e i suoi compagni. Una battaglia dopo l'altra, una sopravvivenza continua che porta i giovani ad essere decimati, finchè il protagonista si ritroverà solo per poi essere ucciso pochi minuti prima dell'armistizio.

Un romanzo che segna i tempi spensierati della gioventù per poi passare al diventare adulti senza condizione di poter metabolizzare l'accaduto, ma partecipare attivamente in una battaglia che porterà solo morte e la sopravvivenza della famosa "gioventù perduta".

Evelyn Grazia Nericcio

© Riproduzione riservata