Roma, Bollette Da Record: Nel 2021 Spesi Quasi 34 Milioni Di Euro

Roma, Bollette Da Record: Nel 2021 Spesi Quasi 34 Milioni Di Euro

In questo articolo, si focalizzerà l'attenzione sulle città italiane, sviscerando i dati emersi dal report succitato. Vediamoli nel dettaglio.

stampa articolo Scarica pdf


La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana ha condotto un'analisi per Adnkronos per indagare quelli che sono i costi sostenuti per luce e gas nell'anno solare 2021 da Regioni e capoluoghi di Provincia, stilando una vera e propria classifica.


Roma e le altre città italiane

Come detto, il report di Adnkronos è riuscito ad analizzare i costi delle spese per le bollette di energia elettriche delle città più importanti d'Italia. Da questa analisi è emerso che Roma detiene il record di spesa sulle bollette della luce, con circa 33.721.087,05€ sostenuti solo nel 2021.

Tale cifra viene avvicinata solamente in parte da altre città e capoluoghi, come Reggio Calabria, con i suoi 23.049.695,80€ spesi, Torino con 21.614.993,90€, Milano con 20.510.378,37€, Napoli con 20.481.985,25€ e Genova con la cifra finale di 14.081.222,82€.

Che dire del gas? Il record in questo senso è in mano a Milano, con i suoi 29.747.512,28€ spesi nel 2021; seguono Verona, con 7.073.045,45€, Padova con 7.007.903,76€, Genova con 6.666.948,45€, Trieste con 5.994.250,77€ e Venezia con 5.141.660,66€, cifre decisamente più basse rispetto all'enorme ammontare delle spese sostenute dagli uffici pubblici di Milano.

Come risparmiare e rendere la casa sostenibile

È evidente come la crisi energetica stia pesando moltissimo sul bilancio non solo di enti pubblici e imprese, ma anche delle famiglie italiane, specie nell'ultimo periodo. Per i cittadini, tuttavia, esistono speciali accorgimenti per cercare di risparmiare il più possibile: ad esempio, molti di essi interessano l'utilizzo degli elettrodomestici.

Strumenti come lavatrice, asciugatrice e lavastoviglie possono far risparmiare se utilizzate a temperature basse, a pieno carico e sfruttando i programmi eco. Il frigorifero, se mantenuto ordinato e non troppo sovraccaricato, consente di ottenere significativi risparmi, esattamente come il climatizzatore, se impiegato con la modalità deumidificatore e se manutenuto correttamente.

Il forno, invece, andrebbe messo accanto al frigo e andrebbe pulito su scala regolare, in modo tale da consentirgli di lavorare al meglio senza consumare troppa energia. Inoltre, utilizzare le lampadine LED, fare delle docce brevi o sfruttare la cottura passiva e i coperchi in cucina sono ottimi metodi per risparmiare sulle bollette di luce e gas.

Tra le tante soluzioni vi è anche la valutazione di un'offerta sull'energia elettrica tra le opzioni presenti sul mercato, che consenta di tagliare il più possibile i costi. In questo modo, si potrà intervenire a monte del problema, ricorrendo a forniture energetiche a tariffe vantaggiose e che meglio si adeguano alle proprie abitudini di consumo.

Che dire poi delle modalità per rendere la casa sostenibile? L'efficientamento energetico, in questo, ottimizza i costi, dato che consente di isolare al meglio le superfici confinanti con locali non riscaldati tramite intonaci termoisolanti, pannelli e finestre composte da vetri doppi o tripli, risparmiando notevolmente.

Inoltre, gli impianti di riscaldamento e di illuminazione dovrebbero utilizzare sistemi ecologici, come le stufe a pellet o a base di carburanti che strizzano l'occhio all'ambiente. Scegliere un arredamento composto da materiali bio, come il legno, il bambù, il vetro o il cartone consente poi di diminuire l'impatto ambientale. Infine, anche le vernici ecologiche con le quali dipingere le pareti interne permettono di rispettare l'ambiente e la propria salute.

Marco Dal Puppo 

© Riproduzione riservata