I Top E I Flop Di Torino-Hellas Verona 1-1 Sedicesima Giornata Serie A 2022-’23

I Top E I Flop Di Torino-Hellas Verona 1-1 Sedicesima Giornata Serie A 2022-’23

Tra i piemontesi brilla Miranchuk (autore della rete del pareggio). Bene anche capitan Rodriguez, mentre non è per nulla impeccabile l’estremo difensore Milinkovic-Savic

stampa articolo Scarica pdf

Il Torino apre il 2023 con un affatto esaltante 1-1 in rimonta con il “fanalino di coda” Hellas Verona: i granata mancano una grande occasione per avvicinarsi al settimo posto (distante sei lunghezze), mentre i veneti (passati a condurre al 45’ con un colpo di testa di Milan Djuric) tornano a conseguire punti dopo ben dieci sconfitte consecutive (nell’ordine, con Lazio, Fiorentina, Udinese, Salernitana, Milan, Sassuolo, Roma, Monza, Juventus e Spezia). Il punto consente, comunque, al Toro di portare a tre la sua serie di risultati utili: il pari con gli scaligeri va, infatti, ad aggiungersi al 2-0 casalingo rifilato lo scorso 9 novembre alla Sampdoria e all’1-1 conseguito quattro giorni più tardi a Roma con i giallorossi. Tra i piemontesi brilla Miranchuk (autore della rete del pareggio). Bene anche capitan Rodriguez, mentre non è per nulla impeccabile l’estremo difensore Milinkovic-Savic.

--->I TOP

ALEKSEI MIRANCHUK 7 Si fa vedere al 13’ con una conclusione dalla distanza sulla quale Montipò fa buona guardia, quindi al 64’ realizza la rete del pareggio con un pregevole e imparabile sinistro che si spegne all’incrocio dei pali. Prestazione molto positiva: tra i granata è uno dei pochi a rendersi pericoloso.

RICARDO RODRIGUEZ 6,5 Prestazione senza la benché minima sbavatura. Non fa nulla di eccezionale, ma neppure commette errori. Svolge, in sostanza, diligentemente il proprio compito, cercando di evitare anche il minimo rischio.

--->I FLOP

VANJA MILINKOVIC-SAVIC 5 Non esente da colpe sul goal di Djuric (in quanto immobile e, dunque, facilmente anticipato dall’attaccante gialloblù). Brivido nel recupero della prima frazione, quando rischia la “frittata” su pressing di Kallon. Al 66’ un suo mancato intervento su un traversone di Doig consente a Lazovic di incornare verso la porta: buon per lui (e per il Toro) che il numero 8 scaligero sprechi malamente, mettendo sul fondo da pochi passi.

Giuseppe Livraghi

© Riproduzione riservata