I Top E I Flop Di Salernitana-Monza 3-0 Ventiquattresima Giornata Serie A 2022-’23

I Top E I Flop Di Salernitana-Monza 3-0 Ventiquattresima Giornata Serie A 2022-’23

Tra i brianzoli si salvano soltanto Caldirola e Pessina. Molto male Pablo Marì e Donati

stampa articolo Scarica pdf

Il Monza incappa nella sua seconda sconfitta consecutiva (dopo lo 0-1 casalingo con il Milan) cadendo per 0-3 a Salerno, inchinandosi alle reti di Lassana Coulibaly (52’), Grigoris Kastanos (65’) e Antonio Candreva (71’). Di contro, i campani tornano al successo dopo tre K.O. consecutivi (nell’ordine, con Juventus, Hellas Verona e Lazio) e alla vittoria casalinga dopo un’attesa che durava dallo scorso 22 ottobre, quando all’undicesima giornata piegarono per 1-0 lo Spezia grazie a una prodezza di Pasquale Mazzocchi al 48’. Tra i brianzoli si salvano soltanto Caldirola e Pessina. Molto male Pablo Marì e Donati.

--->I TOP

LUCA CALDIROLA 6 La prestazione del numero 5 biancorosso è tutto sommato positiva: non ai livelli (eccellenti) ai quali un po’ tutti sono ormai abituati, ma comunque decente. Uscito lui, la Salernitana realizza due reti nel volgere di sei giri di lancette. Al 40’ è autore di un traversone millimetrico per Ciurria, il cui colpo di testa ravvicinato è respinto in maniera magari non stilisticamente bella ma comunque efficace dal portiere locale Ochoa.

MATTEO PESSINA 6 Solito lottatore. Oltre a lottare su ogni pallone, accorre a dar supporto a compagni in difficoltà.

--->I FLOP

PABLO MARÌ 4,5 Soffre terribilmente su Piatek. Un suo imperfetto intervento aereo dà il via all’azione dell’1-0. All’84’ è autore di un errato retropassaggio che si tramuta in un lancio per Piatek, il quale fallisce il 4-0 calciando incredibilmente fuori a porta ormai vuota.

GIULIO DONATI 4,5 Dal top (bella prestazione e rete decisiva) di Bologna al flop di Salerno. Entrato al 46’ in sostituzione di Sensi, all’87’ incappa nell’espulsione per doppia ammonizione, con il secondo cartellino giallo assolutamente evitabile in quanto conseguenza di un ingenuo fallo di mano a metà campo. Per nulla esente da colpe in occasione dell’1-0, poiché va a raddoppiare su Candreva (già marcato da Izzo) lasciando spazio a Coulibaly.

Giuseppe Livraghi

Fonte della fotografia: Emanuele Gambino (Unfolding Roma Magazine).

© Riproduzione riservata