Spores: L’arte Alla Conquista Della Scienza!

Spores: L’arte Alla Conquista Della Scienza!

Al Goethe-Institut di Roma Spores la sperimentazione intermediale

stampa articolo Scarica pdf

Presso il Goethe-Institut di Roma il 10 marzo 2023, avrà luogo la prima tappa del progetto artistico “Spores”, nato da un’idea di Federica Altieri, che ha tratto ispirazione da uno dei padri fondatori della meccanica quantistica, il Premio Nobel per la fisica Werner Heisenberg.

Durante la conferenza stampa del 3 marzo, il direttore artistico ha spiegato che “Spores” nasce e si sviluppa come sperimentazione, che non vuole fondere, ma ambisce a far coesistere, indipendentemente, all’interno di un unico disegno ideologico, le diverse forme di espressione appositamente pensate e le relative performance.

Un progetto, dunque, frutto di una collaborazione tra artisti, ingegneri, critici, professori universitari e studenti, tutti al servizio di eventi che saranno intermediali e multi-artistici, premesse che confluiscono in un nucleo focale, un’intuizione, la “Sporizzazione”.

Frequenze, transizioni, livelli energetici e nuove tecnologie, sposano così, la musica, la poesia, il teatro, la danza, la fotografia e ogni forma d’arte, puntando alla conquista di nuove frontiere, come il Metaverso, per regalare agli spettatori, esperienze di osservazione e immersione, completamente innovative.

Spores e le sue sperimentazioni intermediali, attraverseranno l’Italia, l’Albania, la Danimarca e la Francia in due anni di attività, articolandosi in 10 eventi, che saranno distribuiti dal 10 marzo 2023 fino a settembre 2024.

Lungo questo percorso itinerante, il pubblico stesso, diverrà “installazione”, parte di un cast di eccellenze della cultura internazionale, che creerà̀ un frammentato, quanto continuativo spettacolo, dal forte impatto emotivo.

Federica Altieri, ideatrice e direttrice artistica del progetto, coinvolgerà lo sperimentatore di nuove tecnologie Roberto Carraro e la creatrice di Habitat, Flavia Mastrella, insieme a grandi nomi dell'arte contemporanea come Eugenio Barba, Antonio Rezza, Maria Letizia Gorga, i giovani artisti Alice Occhiali e Valerio Peroni.

Ognuno di loro inventerà nuovi modi per correlarsi e potenziare le proprie "forme" d'arte con le nuove tecnologie, insieme alla Carraro Lab, eccellenza italiana nel campo digitale.

Altri artisti prenderanno parte al progetto: Maria Ana Bernauer, Barbara Faonio, Oriana Cardaci, Paola Favoino, Diego Colaiori, Ermanno Baron, Michael Thieke, Gino Maria Boschi, Marco Bonini, Ashai Lombardo Arop, Ludovica Manzo, Assalti Frontali, Francesco Muzzioli, e i poeti Valerio Magrelli, Eliana Leshaj, Anja Kampmann.

L’ambiziosa esplorazione della “teoria dei quanti” avrà l’obiettivo di creare un viaggio profondo tra arte e scienza, attraverso il linguaggio poetico, focalizzandosi sulla contemporaneità e sul rapporto che la collettività ha con la tecnologia, mediandolo con la poesia.

Connessioni e spore che possono costruire nuove forme d’arte, questo il filo conduttore dell’iniziativa; Federica Altieri, in relazione alle rappresentazioni in programma, fa riferimento al concetto di casualità, di ordine nel caos, di variabili e cambiamenti a sorpresa.

Roberto Carraro, invece, approfondirà l’evoluzione del metaverso, toccherà l’imprevedibilità della tecnologia nell’incontrare nuovi mondi, annunciando sperimentazioni senza precedenti: “Sarà uno spettacolo fisico, non virtuale, nel quale si innesta il metaverso”.

Prenderà vita un’ibridazione tra linguaggi, in cui l’arte avrà la funzione di risveglio, come anticipato da Francesco Muzzioli.

Andrea Carraro ha parlato di un approccio nuovo: “Aperto alla sperimentazione, come venne per la prima volta concepita da Goethe: innestata in un luogo, aperta all’imprevisto, e al collegamento inaspettato”.

Programma:


10 Marzo 2023 _ Goethe-Institut di Roma – Italia

XP-PX = iħ Indeterminazioni a cura di Appercezioni
Potenziando lo spettacolo con realtà aumentate, proiettando su schermi che coprono intere pareti ma anche su tende e superfici che modificano lo spazio originale facendolo divenire altro tramite una trasformazione metamorfica. Si presenta il metaverso, con l’attrice Maria Letizia Gorga una sorta di Cicerone che accompagnerà il pubblico ad esplorare la creazione di un “mondo altro”, dove rifugiarsi: il mondo della Poesia.

Maggio 2023 _ Tresigallo – Italia

XP-PX = iħ Indeterminazioni a cura di Appercezioni
A Tresigallo, luogo sconosciuto agli stessi italiani, una città metafisica unica nel suo genere. Si elaboreranno video per raccontare questo luogo in una maniera nuova creando un virtual tour che farà conoscere questo luogo troppo a lungo rimasto in ombra.

Settembre 2023 _ Danimarca

XP-PX = iħ Indeterminazioni a cura di Appercezioni
In Danimarca si preparerà lo spettacolo al NTL (ex Odin Teatret) sempre con prove aperte per approdare nell’Istituto Italiano di cultura dove per ogni sala (3 in tutto) verranno sperimentate le diverse tecniche messe a punto nelle precedenti tappe.

Ottobre 2023 _ Danimarca

Euforia Carogna a cura di RezzaMastrella e Upolis Tirana
Un habitat di sculture interattive, un percorso evolutivo, un allestimento di scena, video e fotografie, una mostra documentaria sul lavoro di Flavia Mastrella e Antonio Rezza: questo e altro è Euforia Carogna, progetto appositamente pensato per gli spazi ospiti.

Dicembre 2023 Lecce _ Italia

Archivio Sensibile a cura di Fondazione Barba-Varley, Andrea Carraro e Carraro Lab

Il contributo di SPORE all’Archivio Sensibile di Lecce propone un approccio innovativo, che grazie all’uso delle tecnologie più avanzate, evolve il concetto stesso di museo. Il contenuto è quello del Baratto, nato a Carpignano nel 1974, considerato tra le più significative esperienze del teatro contemporaneo da teorici del teatro e antropologhi culturali.


Tra il 20 e il 25 Febbraio 2023 Andrea Carraro si confronterà con Eugenio Barba e Julia Varley, finalizzando l’approccio pratico del progetto, realizzando lo sfondo di immagini d’archivio del Baratto del 1974, inserite all’interno di spazi virtuali ricavati dalle fotografie 360° fatte sul campo da CarraroLAB, in collaborazione con il sociologo Emanuele Amoruso.
Il risultato vuole essere quello di una mappa di luoghi virtuali, navigabili liberamente, in cui l’utente incontri immagini d’archivio raccontate dal punto di vista delle persone che hanno vissuto il Baratto, non come un avvenimento storico, ma come un momento sensibile della propria vita.

Febbraio 2024 _ Danimarca

Altrove a cura di NTL

Marzo 2024 _ Albania

Euforia Carogna a cura di Rezza Mastrella e Upolis Tirana
Un habitat di sculture interattive, un percorso evolutivo, un allestimento di scena, video e fotografie, una mostra documentaria sul lavoro di Flavia Mastrella e Antonio Rezza: questo e altro è Euforia Carogna, progetto appositamente pensato per i luoghi ospiti.


Aprile 2024 _ Albania

Altrove a cura di NTL


Maggio 2024 _Albania

XP-PX = iħ Indeterminazioni a cura di Appercezioni

Settembre 2024 _ Roma, Italia

evento finale parco dell’Appia antica (ex Cartiera Latina)

Salomè Da Silva

© Riproduzione riservata