Monica Gardellini E Osvaldo Tiberti In Mostra Da ArtSharing Roma Per Riflettere Sulla Città.

Monica Gardellini E Osvaldo Tiberti In Mostra Da ArtSharing Roma Per Riflettere Sulla Città.

Le proprietà emergenti indicano infatti che il tutto è ben più della semplice somma delle parti

stampa articolo Scarica pdf


Ha aperto sabato 4 marzo la mostra Proprietà emergenti, di Monica Gardellini e Osvaldo Tiberti, voluta dalla curatrice Penelope Filacchione: a via Giulio Tarra 64, presso la galleria ArtSharing Roma, due artisti a confronto con micro-installazioni e dipinti materici, raccontano il nostro rapporto con la città.

Monica Gardellini propone i suoi micro-giardini surreali popolati di personaggi protagonisti di storie potenziali, che ciascuno può raccontarsi come vuole: mini architetture e verde per ripensare il nostro stare attraverso il dialogo e la riflessione, il nostro rapporto con gli altri nello spazio urbano.

Osvaldo Tiberti guarda le città dall’alto e le vede non solo come un reticolo di strade, ma come un intricato rapporto di parole, sentimenti, aspettative, relazioni ed energie sommate, divergenti e contrastanti, che sono l’anima della città stessa.

Penelope Filacchione ha scelto di riunire questi due artisti per costruire un racconto ben riassunto dal titolo: le proprietà emergenti indicano infatti che il tutto è ben più della semplice somma delle parti, esattamente come la città è ben più della somma di edifici e persone che la compongono, quanto un contenitore di energie continuamente espresse, che possono essere accoglienti o aggressive e respingenti.

Durante l’opening Osvaldo Tiberti ha realizzato la performance artistica live “S Dati”: il titolo è la sintesi grafica di Essendo Dati, citazione da Étant donnés, l’ultima installazione segreta di Marcel Duchamp che ha costruito un ambiente ex novo per rivelarla al mondo solo alla propria morte. Tiberti ha costruito dal vivo un nuovo ambiente, un’opera materica che fa convivere insieme il suo lavoro e quello di Monica Gardellini: il lavoro, ancora in progress e realizzato sotto lo sguardo attento di un folto pubblico, è ora esposto in mostra a completamento del discorso.

La mostra di installazioni e dipinti materici si propone quindi come una riflessione sulla visione della città, sul modo in cui la viviamo, sulla traccia che lasciamo in essa e sulla dimensione ambientale ed emotiva, di cui dovremmo cominciare ad essere più coscienti per una vera ecologia non solo delle azioni, ma dei rapporti umani.

Ph credit: Ilaria Di Giustili


Marco Dal Puppo

INFO PRATICHE

Monica Gardellini | Osvaldo Tiberti: Proprietà emergenti. A cura di Penelope Filacchione

ArtSharing Roma, Via Giulio Tarra 64 – 00151

Stante la grande quantità di pubblico affluito nei primi due giorni di apertura si è decisa la proroga della data di chiusura: le opere saranno visibili presso ArtSharing Roma fino al 22 marzo 2023 negli orari regolari dello spazio.

Da Martedì a Giovedì ore 17.00-20.00 – Martedì anche ore 10.30-13.00.

Per visitarla il sabato e la domenica verificare gli orari: artsharing.roma@gmail.com oppure su WhatsApp 338-9409180

© Riproduzione riservata