The St. Regis Rome Signature Glass Collection

The St. Regis Rome Signature Glass Collection

Nasce Alchimista, disegnato in esclusiva per The St. Regis Rome dalla designer Elena Salmistraro

stampa articolo Scarica pdf


 


 

 

 

Il St. Regis Rome ha presentato il 22 novembre, nell'ambito della manifestazione dedicata dal prestigioso hotel all'Arte di Vivere, le opere in glass di Elena Salmistraro. Trattasi di due bicchieri: "L' Alchimista" e "L'Alchimista sbagliato" che vogliono, nella dinamicità e peculiarità di forme volumi e colori, rimandare allo stretto connubio tra contenitore e loro contenuto. Il primo bicchiere, l'Alchimista, in un gioco di sovrapposizioni vitree dai forti richiami ad ampolle e alambicchi di antica memoria, si impone per la sontuosità e leggerezza delle forme. Il secondo bicchiere "L' Alchimista sbagliato", vuole essere una sorta di provocazione e di contrasto alla sinuosa eleganza di Alchimia imponendosi, quasi, per il suo modo di porsi come uno strabordante e irrituale contenitore.

 

Trattasi di due oggetti in vetro soffiato di gran lusso e raffinatezza che la maestria dell'artista riesce a comporre in un alchemico gioco di forme ispirate ai cocktail. Dice, infatti, l'artista che: "Pensare al cocktail, al talento di chi lo confeziona, all'arte del mixologist, evoca inconsapevolmente la figura dell'alchimista, il maestro delle metamorfosi e delle trasmutazioni". Ed è da questa suggestiva immagine che ho tratto l'ispirazione per creare questa collezione di bicchieri".

 

E sono proprio questi suoi bicchieri che entrano nella LUMEN Signature Glass Collection, lanciata nel 2019 negli spazi del Lumen Cocktail & Cusine del bar dell'hotel St. Regis Rome. Si tratta, infatti, di una collezione che si arricchisce, di anno in anno, di una serie limitata di preziosi bicchieri realizzati in esclusiva da prestigiosi artisti. L' intento perseguito dai creatori dell'iniziativa è: "far evolvere la drink experience...e i bicchieri sono eponimi di altrettanti cocktail in essi proposti'.

 

Siamo in presenza, dunque, di un affascinante percorso nel quale la creatività dell’arte e del buon bere si fondono in un connubio inscindibile.

 

Un percorso a tappe che trova, oggi, la sua espressione tangibile proprio nel cocktail ALCHIMISTA a base di Cognac di Bisquit & Dubouchè e dalle note fruttate impreziosite dell'affinamento in botti di rovere francese. Un cocktail che rivive in chiave mediterranea il Ramos Gin Fizz e che è stato creato per l'occasione da JERRY THOMAS SPEAKEASY, firma prestigiosa della nuova carta drink Lumen Cocktail & Cusine.

A seguire la cena in collaborazione con Benito al Bosco con ospite Ricky Tognazzi.

 

Articolo di Maria Laura Perilli

 

© Riproduzione riservata