Ilary Blasi E Francesco Totti: Una Coppia Unica Su Netflix

Ilary Blasi E Francesco Totti: Una Coppia Unica Su Netflix

La verità di Ilary Blasi sulla fine del suo matrimonio con Francesco Totti nel docu-film da record in esclusiva su Netflix

stampa articolo Scarica pdf

Totti e Ilary, un cognome e poi un nome, come quando si fanno gli appelli a scuola per verificare le presenze dei singoli alunni, solo una congiunzione sembrava distinguerne la singolarità quando se ne parlava, per come insieme rappresentassero un’icona.
L'opinione pubblica sembrava si fosse abituata a immaginarli come se si trattasse di un'unica persona, ma di “Unica” al momento pare rimanere solo il titolo e la cassa di risonanza del docu-film nel quale Ilary dopo mesi di silenzio, regala all'arena mediatica pezzi della sua verità, cuciti tra loro fino a vestire l'epilogo deludente di una storia d'amore che, sembrava inserirsi perfettamente tra gli scaffali di una collezione di favole Disney.
In versione Pulp Fiction ma senza il caschetto nero, Ilary Blasi si riappropria della propria totalità egoica di essere umano assestando colpi ben definiti, forse per mandare in buca le "palle" lasciate disordinate su un morale al tappeto verde di rabbia, alla fine di una relazione.

Unica viaggia su un taxi d'eccezione, senza attese da call center basta accendere Netflix per sedersi sui sedili posteriori di un “virtuale” tassì capitolino accanto alla moglie storica di Francesco Totti, e godere di un panorama romano a metà tra Sorrentino e Suburra, in una città descritta come eternamente omertosa ma pettegola, in cui stavolta però, il “centurione” anziché avere il pomo d'Adamo, lascia sciolti i suoi biondi capelli al profumo di Lenor, sulle spalle forti della sua lorica squamata, per stendere in piazza i panni ammorbiditi dai propri ricordi.
Il fair play ironia della sorte, non ha mediato la crisi di un matrimonio così iconico, anzi, ha tentato di nasconderla chiudendola sotto alla lampo dei dispetti, fra le borse occultate tra intercapedini, controsoffitti e labirinti casalinghi hollywoodiani.
Tra paparazzi reo confessi, la triade delle donne Blasi, le testimonianze della "besty" e le disavventure degli investigatori privati, troviamo sprazzi di Noemi, la Bocchi sulla bocca di tutti, che ha corso veloce di sussurro in bisbiglio, come quei mormorii tra le balconate che frusciano, subito dopo la "defiance" di un accordo suonato stonato in una prima a La Scala.
20 anni di matrimonio in 80 minuti, in cui la gelosia fumante di caffeina, rende Ilary Blasi la più appetibile testimonial di Nespresso dopo George Clooney.

Un effetto sorpresa la Blasi l’ha certamente ottenuto, improvvisandosi terzina sinistra sul campo “gossip crime” e sferrando così un tiro apparentemente mancino contro “Il Capitano”, d’altronde al libero arbitrio sembra essere concesso tutto, anche di non fischiare la fine della partita.

Salomè da Silva

 

© Riproduzione riservata