L'Inter Alza Il Primo Trofeo

L'Inter Alza Il Primo Trofeo

La squadra di Simone Inzaghi conquista il primo trofeo della stagione. Rete di Lautaro al 91 minuto

stampa articolo Scarica pdf

Finale di Supercoppa tra l’Inter e il Napoli. Walter Mazzarri conferma il 3-4-3 con Kvra, Simeone e Politano in attacco. Simone Inzaghi risponde con la stessa formazione che ha battuto la Lazio, unica eccezione De Vry al posto di Bastoni.

Partita molto tattica, le due squadre si studiano, si rispettano, facendo più attenzione a mantenere le giuste distanze tra i reparti, che portare pericoli alla porta avversaria. Appena il Napoli abbassa il pressing l’Inter riesce a portare percoli alla porta di Gollini. Ci prova al volo Di Marco, ma la palla finisce fuori di un soffio. Successivamente ci provano Calhanoglu e Mkhitaryan, sul primo e bravo Gollini mentre il tiro dell’armeno finisce alto. I nerazzurri hanno preso in mano il pallino del gioco, giocano costantemente nella metà campo del Napoli senza però arrivare a impensierire il portiere azzurro. Gli azzurri giocano ordinati a protezione della propria porta, Politano gioca a uomo su Calhanoglu limitandone il raggio d’azione. Al 38’ l’Inter riesce a trovare la via del gol con Lautaro, ma viene annullato per la posizione irregolare di Thuram a inizio azione.

Ripresa che inizia con lo stesso copione del primo tempo, l’Inter che fa la partita e il Napoli che gioca di rimessa. Su un contropiede iniziato da Lobokta, palla a Kvra che con un tiro a giro costringe Sommer alla deviazione in angolo. L’Inter reagisce subito, Thuram da fuori area tiro secco ma Gollini blocca. Partita che diventa effervescente, per un fallo di Simeone su Acerbi l’Arbitro Rapuano estrae il secondo giallo e scatta l’espulsione. Inzaghi toglie De Vry e Barella, ammoniti, e inserisce Carlos Augusto e Frattesi. In superiorità numerica i nerazzurri guadagno campo e con gli esterni creano superiorità numerica nella difesa azzurra. Spreca una facile occasione Thuram calciando male un appoggio di Pavard. Ci prova anche Calhanoglu dalla distanza, tiro che finisce alto. In superiorità numerica diventa un assedio nella metà campo azzurra, Inzaghi le prova tutte per sbloccare la partita, fuori Thuram e Di Marco dentro Sanchez e Arnautovic. 

E scelte offensive di Inzaghi danno i suoi frutti nel recupero, da un’azione iniziata da Sanchez, palla per Pavard sulla destra, cross basso per Lautaro che di prima intenzione batte Gollini. Dopo cinque minuti intensi l’Inter vince la Supercoppa e porta il primo trofeo dell’anno.

© Riproduzione riservata