Gabriella Chiarappa

Gabriella Chiarappa

LE SALON DE LA MODE A DUBAI, FUSIONE DEL FASHION TUTTO ITALIANO E DEL TRENDY ARABO

1321
stampa articolo Scarica pdf

Da un'idea della splendida fashion manager, Gabriella Chiarappa, la fusione del made in Italy e del mercato degli Emirati Arabi in un'unica grande ed importantissima fashion week, settimana della moda appunto, dove  brands italiani prescelti e dediti al progetto si susseguiranno in sfilate, presentazioni e molto altro per rappresentare al meglio la moda e l'originalità del made in Italy  vero e proprio.  Tutto grazie la partnership tra LE SALON DE LA MODE, famoso evento annuale progettato dalla Chiarappa ed OPULENCE organizzazione attiva nel settore del Lusso, ideatrice e curatrice della fashion week in Dubai. Un appuntamento della moda internazionale di Dubai che si svolgerà l’11 e il 12 dicembre presso il Dusit Thani Hotel, punta con un brand del Luxury Accessory FL di Faranco & Laura che sfilerà in quest’appuntamento tanto atteso, per confermare il Valore del made in Italy.

Dopo il grande successo di Mr Big "The Gentelmen" dell'ottobre scorso presso Palazzo Ferrajoli questa è un'altra grande iniziativa destinata a diventare un Evento annuale di grande rilievo e prestigio. Si delizieranno clienti provenienti non solo dal Medio Oriente ma anche tantissimi vip e professionisti del settore e da loro si estenderà l'iniziativa a tutto il mondo degli appassionati modaioli.

La nostra bella fashion manager si è resa disponibile ad un'intervista con il nostro editoriale web..

Gabriella, quando è cominciato il suo percorso lavorativo?

Se parliamo in ambito fashion, ho iniziato in un Accademia di moda molto nota dove rivestivo un ruolo importante a livello direttivo. Tante soddisfazioni ed obiettivi raggiunti, sino a quando un bel giorno si accende una lampadina dentro di me, vedevo e desideravo altro, quell’altro che successivamente  prenderà il nome de “Le Salon de la Mode”. All’inizio non sapevo bene cosa desiderassi in realtà ma poi un sogno rivelatore mi ha portato ha comprendere ed infine a realizzare un mio desiderio. Tutto nasce da un ispirazione proveniente da un salotto parigino del Seicento. Tutto ha avuto inizio due anni fa e devo dire che stiamo crescendo con la forza della professionalità e della grande passione. Oggi noi siamo un reale incubatore d’impresa che non solo  promuove ma che cerca di individuare le concrete opportunità di business per le giovani imprese di questo settore. 

Noi come rivista giovanile, cerchiamo anche di dare ispirazione a queste nuove generazioni, a quali studi devono dedicarsi?

Io consiglierei di analizzare le Accademie serie ed attendibili presenti a livello nazionale e di conseguenza scegliere quella più affine alle proprie aspettative ed esigenze. In seguito, specializzarsi nel settore più indicato, cercando poi  opportunità di stage in Italia e all’estero. L’esperienza tecnico-pratica è sicuramente la più importante  e ti dà la possibilità di comprendere le difficoltà reali del lavoro e di come trovare le giuste soluzioni. 

Partnership con Dubai: è stata un'impresa difficile, come è riuscita nell'intento?

Io la definirei una tappa conquistata,  complessa nel raggiungerla ed in parte inaspettata in questo preciso momento ma la vita non finisce mai di sorprenderti. Sicuramente costanza e determinazione mi hanno aiutata nell’intento e  come Sherlock Holmes avevo intuito questa opportunità da tempo, riuscendo così a  prendere accordi vantaggiosi per i brands che rientrano nel nostro format.

Quali sono le aziende coinvolge in questo progetto?

Guarda un attenta selezione che ha individuato due brand, di livello alto, una che rappresenta accessori o meglio borse del luxury e l’altra abiti di alta moda, purtroppo quest’ultima, per problemi familiari, si è dovuta astenere per questo primo appuntamento. Quella delle borse è un brand giovane F & L di Franco e Laura, (trattano struzzo coccodrillo e pitone), alta artigianalità di lavorazione.

Ultimamente si parla molto di eco & pet friendly, ha pensato di coinvolgere qualche azienda dedita al NON USO di pellicce e simili, specie di animali molto simili ai nostri cari amici  animali domestici?

Sinceramente sì, ci ho pensato anche perché adoro gli animali ma devo individuare bene le aziende e come promuovere il messaggio in modo efficace e non scontato, ci lavoreremo.

Chiederle se è felice di questo grande evento è alquanto banale, noi le chiederemo se è soddisfatta dell'operato  e della fusione? Le chiediamo in pratica le emozioni non l'ovvietà.. 

Infatti andiamo oltre…io direi che è un primo appuntamento, un viaggio alla scoperta di opportunità reali di business, indubbiamente bisogna stare molto attenti, perché molte sono le cose rappresentate da bolle di sapone ma io ed il mio staff siamo pronti ad affrontare questa magnifica esperienza con una gran dose di positività  e concretezza. 

Farai parte di un progetto importante di un Accademia che promuove corsi sul fashion & Luxury, cosa puoi dirci a riguardo? 

Posso dirvi che La Fashion Look Accademy, importante accademia di make up hair style a livello internazionale, apre un’ area rivolta al fashion e non solo, con corsi brevi specializzati, costituiti da un’attività formativa tecnico pratica. I corsi da pochi giorni sono online e sono rivolti a coloro che vogliono specializzarsi o affacciarsi a questo magico mondo ed io sono il coordinatore di quest’area in collaborazione con “Le Salon de la Mode”.

Progetti futuri?

Ah mai svelare più di tanto rovinerei l’atmosfera di un sogno ma posso dirti che tra i vari progetti, ci sarà un appuntamento interessante che è in linea con il Sanremo Festival..sarà una piacevole sorpresa!

Un messaggio a coloro che vogliono intraprendere un attività nel settore moda?

Munitevi di tanto coraggio passione e professionalità, con la consapevolezza di trovare ostacoli e cercare le soluzioni perché come sempre il tempo è un vero gentleman, un caro saluto a tutti!

Ilaria Evette Dragone

© Riproduzione riservata