Furio De Felice E Il Suo Romanzo: La Nuova Ruota

Furio De Felice E Il Suo Romanzo: La Nuova Ruota

Furio De Felice racconta “La Nuova Ruota” un libro lungo il tempo, unico sentiero per scegliere un cammino emozionante: avventure, amicizie, amore

stampa articolo Scarica pdf

Furio De Felice è un ufficiale della Marina Militare Italiana, scelse il suo lavoro con passione, imbarcatosi con dedizione lungo i mari di tutto il mondo, con l’Accademia Navale in coda, alle spalle, come la spumosa scia che lasciano dietro di sé i motori delle navi potenti, si è trattenuto al largo tra onde a volte tumultuose come la vita per ben 12 anni.  

L’impegno militare di Furio era già scritto nel codice genetico, coltivato ed esploso in una passione atavica, che ha fatto da propulsore ad una complementare vocazione, cucita tra esperienze strabilianti sul campo, intuizioni, proiezioni e “visioni”, quella per i romanzi di fantascienza. 

Continente dopo continente, Furio, ha girato il mondo al comando di u nità navali, immaginando la terra ferma del futuro, la sua umanità e le incredibili invenzioni progenie di un presente sospeso, in mezzo ai flutti del potere e della creatività.

In mare nasce il suo progetto editoriale hard sci-fi, dai cui abissi è emersa “La Nuova Ruota", redatta tra il 2018 e il 2023, ma ambientata tra l’anno 2057 e 2089, quando il tentativo dell’umanità di dominare l’ambiente mette il pianeta a rischio di una nuova e terribile Terza Guerra Mondiale. Intelligenza artificiale, avventure mirabolanti tra continenti, scoperte sconcertanti e inaspettati tradimenti, pagine che si trasformano in rapide, lungo cui precipitare alla scoperta del “Great Change”.

Comandante De Felice, cosa ha ispirato l’idea di questo romanzo? 

La mia idea nasce nel 2018, durante una navigazione davanti alle coste Somale. È come se il destino avesse deciso di svelarmi un segreto nascosto, qualcosa di così sorprendente, che ho sentito la necessità di condividerlo con il mondo. Così ho scritto un romanzo che mescola avventura, tecnologia e un futuro sconvolgente, ma non vorrei svelare troppo. I lettori dovranno leggerlo per scoprire quel segreto!

Cita il destino e parla di un segreto, forse nel titolo che ha scelto di dare al suo primo romanzo “La Nuova Ruota” è nascosta una chiave? Cosa apre?

Certo! Il titolo del racconto nasconde una chiave fondamentale, che spalanca porte su un mondo di scoperte straordinarie. Il titolo misterioso rappresenta il cuore della storia, un segreto che cambierà il corso dell'umanità. Quale serratura apre questa chiave e cosa si cela dietro il futuro che ho immaginato nel mio libro? La risposta a queste domande è sorprendente, ma serve immergersi in quest’avventura per arrivarci. Posso però anticipare che la scoperta fatta è pari a quella della ruota, o addirittura dell'elettricità e della plastica.

La promozione del suo romanzo ha anticipato il mercato con l'impiego dell'AI, fino a quali confini si spingerà?

Ebbene sì, la promozione del mio romanzo è stata lanciata in modo rivoluzionario grazie all'intelligenza artificiale. Sin dall'inizio ho voluto unire la tecnologia al mondo della letteratura fantascientifica, sfruttando l'AI per creare immagini e persino per l'editing del libro stesso. Questa sperimentazione è stata audace, ma i risultati sono straordinari. L’approdo su Instagram ha smosso una coltre di appassionati del genere. L'intelligenza artificiale è solo la punta dell’iceberg, di ciò che “La Nuova Ruota” offre e, sono pronto a spingermi ancora oltre nei limiti dell'innovazione. In futuro ci sarà una sorpresa pazzesca.

Nella storia dell'umanità spesso la letteratura, il cinema, la fantasia e la fantascienza, si sono trovati a raccontare un futuro poi realizzatosi concretamente, possiamo immaginare le "previsioni" della “Nuova Ruota” come affidabili?

È vero, nell’arco della storia, il futuro dell’umanità è stato spesso previsto in modi sorprendenti e con La Nuova Ruota, ho cercato di dipingere un quadro affascinante del futuro basato su tecnologie emergenti e scenari plausibili. Le previsioni contenute nel libro, sebbene siano frutto della fantasia, potrebbero rivelarsi sorprendentemente accurate. Chi legge potrebbe trovarsi a riflettere sulle possibilità future e sul potere della speculative fiction, che restituisce all’immaginazione l’importanza critica della realtà.

A quale dei suoi personaggi è più legato Furio?

Sono profondamente legato al personaggio di Say Sadford, che ha un ruolo chiave nell'evoluzione degli eventi e, che con le sue scelte e determinazione influenzerà in modo significativo il destino dell'umanità. Chiunque abbia letto il libro sarà sicuramente affezionato a Say e al suo impatto sulla trama.

Nel libro si dice che le scelte di uno, influenzano gli accadimenti nella vita di altri, strizza forse l'occhio alla fisica quantistica comandante? Crede quindi nella sincronicità degli eventi?

Esatto, questo è un tema centrale. Non si tratta di una semplice riflessione filosofica, ma è proprio legato ai principi della fisica quantistica. Credo che le azioni di ciascuno di noi possano avere un impatto significativo sulla realtà circostante e quindi, che la sincronicità degli eventi sia uno spunto incredibile per la storia. 

Questa connessione tra le scelte personali e gli eventi è un elemento intrigante, che rende il libro ancora più avvincente. Qualcosa però che porta a compimento “La Nuova Ruota” manca.

Si riferisce forse a un sequel?

Sono convinto che un libro come questo, che si legge tutto d'un fiato, non si possa esaurire con questa unica pubblicazione. Decisamente sì, ci sarà un sequel, che prevedo ancora più coinvolgente. Sarà ambientato in un futuro distante 200 anni, rispetto a “La Nuova Ruota”, con personaggi legati al passato, ma pronti ad affrontare nuove avventurose sfide. Il titolo è ancora in sospeso, ma una cosa è certa, l'epica continua e sarà un'opportunità per esplorare ulteriormente la tecnologia grav...

Basta così, forse ho detto troppo!

Salpando a bordo de La Nuova Ruota, quale approdo intellettivo dobbiamo aspettarci?

Navigando a bordo delle mie pagine, il viaggio è nel futuro. Un'esperienza che svela le meraviglie della tecnologia, la profondità della scienza e il potere delle scelte umane. La vera sorpresa, tuttavia, arriverà nel prossimo capitolo, quando sarà svelato cosa si nasconde dietro all’enigmatica avventura!

Un romanzo futurista, con anche una traccia autobiografica?

Un marinaio si tempra proprio affrontando le sfide più estreme.

Sono stato in navigazione per oltre dodici avventurosi anni, solcando i mari più sensazionali che tu possa immaginare! Ho attraversato il nostro meraviglioso Mar Mediterraneo, navigato nelle gelide acque dell'Oceano Atlantico settentrionale, ho sfidato le nebbie insidiose del Mare del Nord e solcato le acque del Mar Baltico. Ho esplorato le coste del Mar Nero e del Mar Rosso, ho navigato nel Mar Arabico e solcato l'Oceano Indiano. Ho perfino affrontato le sfide del Golfo Persico, ma se devo scegliere il mare più avventuroso e pericoloso, senza dubbio il mare del Nord. Tra le sue nebbie fittissime e le temperature gelide, che lo rendono un vero incubo, trovai parte della mia ispirazione. 

Salomè da Silva

© Riproduzione riservata