Giuliano Peparini Apre La Peparini Academy All’Appio Tuscolano

Giuliano Peparini Apre La Peparini Academy All’Appio Tuscolano

Il celebre coreografo e regista apre la sua Academy, tra i docenti Peppe Vessicchio, Veronica Peparini, Andrea Muller e tanti altri

stampa articolo Scarica pdf

Siamo nel quartiere romano Appio Tuscolano, nella sede della Giuliano Peparini Academy e Giuliano Peparini, in persona,  con voce decisa ma tremante dall’emozione,  ci racconta il suo sogno: quando appena maggiorenne lascia Roma per trasferirsi negli Stati Uniti per intraprendere la carriera di ballerino, diventando poi danseur étoile, direttore artistico, regista e coreografo conosciuto a livello internazionale.

Ora, finalmente,  nella sua Roma apre la sua scuola di arti performative: un luogo dove i giovani allievi incontreranno professionisti dello spettacolo, come Peppe Vessicchio, Veronica Peparini, Andrea Muller che li accompagneranno in un percorso unico e multidisciplinare e in interconnessione con altre realtà dello spettacolo.

L'Academy si estende su una superficie di circa 2.000 metri e si candida ad essere uno dei più grandi poli culturali in Europa, una scuola di arti performative dove si incoraggiano gli studenti e si danno loro i mezzi per trovare la propria strada. “Vorrei consentire alle nuove generazioni di trovare in questo Paese, “casa” loro, ciò che non ho potuto trovare qui alla loro età: terreno fertile per dare alla luce i propri sogni, crescere, imparare a diventare i talenti di domani” afferma Giuliano con emozione e ripensando all’inizio della sua carriera artistica.

Non solo Academy ma anche sede generale di tutti i progetti da lui gestiti e diretti e in questi mesi ospita ballerini professionisti che stanno lavorando ai nuovi spettacoli.

Giuliano Peparini afferma “Il mio lavoro si nutre di scambi, esplorazioni e scoperte. Se da venticinque anni sono felice di realizzare creazioni in tutto il mondo, lo devo anche al mio Paese, che tra i luoghi in cui ho lavorato occupa un posto a parte”.

La Peparini Academy aprirà ufficialmente le attività a settembre 2004 e nella scuola sarà possibile studiare non solo danza classica, moderna, hip-hop, ma anche canto, recitazione, musical, arti circensi. Un omaggio al Maestro Franco Dragone, che ha segnato la vita e la sua carriera artistica di Peparini.

Vasta l’offerta formativa: DANCE CLASS (corso di formazione in danza moderna, classica, hip hop), VOCAL MUSIC CLASS, MUSICAL CLASS, ACTING CLASS, ACRO-CIRQUE. E infine la SPECIAL CLASS, un ponte diretto tra formazione accademica e mondo professionale per studenti tra i 18 ai 27 anni, selezionati attraverso un rigoroso processo di audizioni. Sono più di 800 le richieste di iscrizione e in queste settimane si stanno svolgendo le audizioni. La Special Class, progettata per forgiare artisti completi, è un’opportunità unica che offre la possibilità di comprendere e assimilare la visione artistica e il metodo di lavoro di Giuliano Peparini.

La direzione della Vocal Class è affidata a Peppe Vessicchio, arrangiatore e direttore d’orchestra tra i più conosciuti non sono in Italia, che afferma: “L'obiettivo di Vocal Class è quello di guidare gli allievi verso l’acquisizione di una sempre maggiore confidenza con l’organo fonatorio attraverso un percorso di lezioni individuali e una  pratica corale dove fondamentale sarà il solfeggio cantato.

Veronica Peparini, ballerina e coreografa è la Direttrice del Corso di formazione in danza moderna, che afferma che “La danza moderna alla Peparini Academy è un viaggio di scoperta, auto-espressione e trasformazione, dove ogni movimento racconta una storia e ogni passo porta avanti un'emozione”. Gli studenti imparano a sviluppare la propria voce artistica e a trasmettere messaggi profondi e personali attraverso la danza, la recitazione e il canto.

Il corpo docenti, formato da professionisti del settore, da ballerini, registi, coreografi, direttori d’orchestra, musicisti, attori.

Per la danza: Veronica Peparini, Andreas Muller, Francesco Saracino, Francesca Cecchini, Bruno Centola, Gabriele Beddoni, Cecilia Primi, Giorgio Albanese, Cristian Pace, Dario Lupinacci, Mauro Mosconi, Fara Grieco, Michele Politi, Cristina Amodio, Claudia Bailetti, Anna Rita Bernardini, Clarissa Mucci, Mattias Nigiotti, Orlando Moltoni, Martin Charrat, Elena Polic Greco, Simonetta Cartia, Marco Attura

Per la recitazione: Andrea Rizzoli, Gianluca Merolli, Simone Leonardi, Cinzia Alitto , Alessandro Cecchini, Lorenza Zoe Damiani, Giulia Fiume, Federico Lepera.

Per il canto: Peppe Vessicchio, Fabio Lazzara, Fabrizio Palma, Marilicia Piccalunga, Valeria Fiore.”


Giuliano Peparini ha mostrato personalmente gli spazi della sua Accademia e per ricordare le tante figure che hanno avuto un ruolo fondamentale e d’ispirazione nella sua personale storia ha deciso di rendere omaggio a grandi personalità del mondo dello spettacolo intitolando a loro le sale prove.

 

Nello specifico, le prime 7 sale aperte agli allievi saranno la Sala Jean Cocteau, che prende il nome del grande poeta francese, artista poliedrico, cineasta, scrittore, pittore e molto altro, a cui Giuliano ha reso omaggio anche mettendo in scena la recente opera “Ulisse. L’ultima Odissea”, che ha debuttato nell’estate 2023 al Teatro Greco di Siracusa; la Sala Franco Dragone, è un omaggio ad una figura emblematica ed importante e alla sua scomparsa Giuliano Peparini affermo: "Mi hai reso quello che sono oggi. Come un padre avrebbe fatto per suo figlio."

La Sala Roland Petit, è intitolata a uno dei più grandi coreografi e ballerini francesi. Dopo aver frequentato la New York City Ballet, Giuliano si avvia verso una straordinaria carriera internazionale e dopo l’incontro con Monsieur Roland Petit al Balet National di Marsiglia , Giuliano Peparini viene eletto a ballerino etoile.

La Sala Zizi Jeanmaire è, invece, una dedica d’amore alla ballerina étoile, cantante e attrice francese, moglie di Roland Petit. La sua carriera in Francia e all'estero ha fatto di lei un'icona della danza e del music-hall.

La Sala Ariane Mnouchkine prende il nome della regista e sceneggiatrice, fondatrice del gruppo cooperativistico Théâtre du Soleil nel 1964, che si è sempre distinto per la creazione di opere impegnate e che trattano tematiche sociali

La Sala Elisabetta Terabust, è un omaggio alla ballerina italiana, una delle più eclatanti figure della danza del secondo Novecento, straordinaria étoile che ha contribuito a dare lustro al balletto italiano nel mondo.

La Sala David Zard è dedicata al leggendario produttore e regista, che in Italia ha sconvolto i codici della narrazione nel musical e legato a Giuliano Peparini da un rapporto professionale, tra le quali la produzione del “Romeo e Giulietta. Ama e cambia il mondo”, prodotto da David Zard con la regia di Giuliano Peparini

 

La Peparini Academy ha al suo interno anche un’ampia sartoria d’eccellenza, unica nel suo genere: è la Sartoria “Fréderic Olivier”, dedicata al celebre costume designer francese e con cui Peparini ha lavorato per ben 10 anni, prima della sua scomparsa nel 2020, su molteplici spettacoli, tra cui “Romeo e Giulietta. Ama e Cambia il mondo” (per la regia e direzione artistica di Giuliano), grazie al quale Olivier ha ricevuto l'Oscar per i migliori costumi. La Sartoria “Fréderic Olivier” è un atelier in cui costumiste professioniste realizzano abiti di scena di proprietà della Peparini Academy, per la creazione di un archivio unico che delinea la storia delle opere di Giuliano. Inoltre la sartoria ospiterà giovani sarti, modellisti, che avranno la possibilità di seguire masterclass e workshop di avvicinamento al disegno e al ritaglio dei modelli, tecniche di base per la professione di costumista. 

Termina così il tour dell'academy e ringraziamo Giuliano Peparini di aver condiviso con noi l'inizio di una nuova avventura professionale nel quartiere romano dove tutto è iniziato.


© Riproduzione riservata