Argento Vivo La Personale Di Adriana Pignataro A Galleria Vittoria

Argento Vivo La Personale Di Adriana Pignataro A Galleria Vittoria

A Via Margutta a Roma la personale della celebre artista

stampa articolo Scarica pdf

"Attraverso il mio lavoro, cerco di catturare la luce che risplende nell'anima umana, riflettendola attraverso l'argento per rivelare la bellezza intrinseca che risiede in ogni cosa". Adriana Pignataro

“Argento Vivo” è un’affascinante immersione nell’universo creativo di Adriana Pignataro, la mostra, curata da Tiziano M. Todi, sarà visitabile fino al 12 giugno 2024 presso la Galleria Vittoria a Roma.

Le opere di Adriana guidano lo spettatore, in un viaggio emozionale, nell’esplorazione dell’animo umano, grazie all’abile uso della luce e dell’argento, per svelarne le profondità ed il significato.

Un percorso che si compone di quindici opere attraverso le quali l’artista offre un’ampia panoramica del suo lavoro, nel quale studia il delicato equilibrio tra tradizione e contemporaneità.

L’equilibrio, come afferma il critico d’arte Claudio Strinati, è il tema determinante nelle opere di Adriana, un’armoniosa combinazione di elementi ed influenze diverse. La sua arte è fatta di frammenti, campiture, volumi, spazi ereditati da una cultura antica.

L’artista reinterpreta con i propri codici e sintetizza i profili tradizionali etruschi, rielaborati in chiave contemporanea e personale, in continuità con la sua idea di omaggiare la cultura da cui tutto ha origine.

“Carte strappate. Bianche o nere, creano vuoti che generano un forte senso di mistero e nostalgia, mantenendo vivo il ricordo del passato con il linguaggio del presente”.

Pignataro incoraggia il visitatore a rivolgere lo sguardo oltre le apparenze, a scoprire la profondità e la meraviglia che sono nascoste dietro le superfici visibili, aprendo un varco lungo un percorso che coinvolge il cuore e la mente e lo trasporta in un mondo magico e misterioso.

“Un racconto nel tempo, nei sogni, nei ricordi, nella materia, nelle culture quello di Adriana Pignataro attraverso le sue riflessioni, un percorso di trasformazione e comprensione, in cui l’argento diviene non solo un medium artistico, ma un simbolo di connessione tra l’umano ed il divino, tra la materialità e lo spirito. L’artista incarna un fascino intramontabile che dipinge pennellate nel presente, radicato nelle profondità del passato ed illuminato da una luce che continua a brillare con forza”. Tiziano Todi

Poesia ed estetica si mescolano insieme in un immaginario senza tempo unendo passato, presente e futuro. Ogni opera racchiude un frammento di storia che si riflette nell’argento, trovando un punto di unione tra mondi.

Stefania Petrelli 

 

 

© Riproduzione riservata