Lillo&Greg Best Of

Le luci si spengono, la gente prende posto, inizia a calare il silenzio. Il brusio aumenta perché il sipario rimane chiuso, sono tutti impazienti. Sappiamo tutti però cosa ci aspetta. Lillo&Greg – Best of

630
stampa articolo Galleria multimediale Scarica pdf

L’Ambra Jovinelli questa sera è gremito, le persone sciamano come mosche alla ricerca del proprio posto numerato. Le gentili mascherine accompagnano gli spettatori maldestri che non sono riusciti a trovare la loro poltrona.

L’UnfoldingRoma questa sera è qui per raccontarvi di Lillo&Greg: the Best of spettacolo che inizialmente era previsto in cartellone dal 3 all’8 maggio ma che visto il sold out ha ritenuto opportuno aggiungere altre due date per il 13 ed il 14 maggio. Sul palco con l’inseparabile duo composto da Pasquale Petrillo in arte Lillo e Claudio Gregori in arte Greg, il maestro Attilio Di Giovanni e le bellissime Vania Della Bidia e Monica Volpe.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Lillo&Greg hanno un feeling veramente particolare con questo teatro. Fino a pochi giorni fa si è esibito solitario Greg con il suo spettacolo AgGREGazioni ed ora eccolo tornato a calcare lo stesso palco con il suo inseparabile amico.

Le luci si spengono, la gente prende posto, inizia a calare il silenzio. Il brusio aumenta perché il sipario rimane chiuso, sono tutti impazienti. Sappiamo tutti però cosa ci aspetta.

Lillo&Greg – Best of: il meglio della comicità di questa incredibile coppia conosciutasi nel lontano ormai 1986 mentre lavoravano come fumettisti per una casa editrice che però purtroppo fallì nel 1991. Senza lavoro e seguendo la passione di Greg per la musica, fondarono assieme il gruppo rock-demenziale Latte & i suoi derivati giungendo a partecipare a Sanremo Giovani 1993. Nel 1995 il gruppo si sciolse ma la coppia di artisti proseguì la propria strada, furono tra i fondatori de Le Iene che condussero dal 2000 al 2003 e da qui una serie di collaborazioni in programmi TV, radiofonici, tanto teatro e anche Cinema. Non si sono fatti mancare nulla, spaziando e sapendo spaziare da un media all’altro, da una trasmissione all’altra.

Ma torniamo allo spettacolo perché finalmente succede qualcosa. Cala uno schermo bianco dall’alto, si apre il sipario e partono delle immagini di alcuni episodi della miniserie Greg Anatomy, una mini sitcom satirica, prodotta nel 2008 per Parla con me, lo spettacolo di Serena Dandini su Rai3. Le risate iniziano a riempire il teatro.

Poi, in scena si alternano prima Lillo e poi Greg che con la bravissima Vania Della Bidia, ci raccontano i loro primi appuntamenti amorosi in due sketch da applausi scroscianti.

Ci presentano poi il maestro Attilio Di Giovanni che, ingaggiato come musicista, impersona un musicante di balera che avrà il compito di spezzare i vari sketch con grandi successi del rock internazionale trasformati in valzer, polke e cha cha cha.

Il repertorio da cui i due comici possono attingere è infinito e così sul palco vediamo passare lo scrittore giapponese Akira Sakamoto, il capo indiano Esticatsi ed altri personaggi che hanno fatto la storia di questa incredibile coppia. Non ci sono pause, lo spettacolo scorre con gradevolezza e le risate sono tante da far male la pancia. Per fortuna ci sono le pause musicali del bravissimo Maestro Di Giovanni.

Debbo dire che all’inizio dello spettacolo, era un poco preoccupato per le due ore di show che mi aspettavano ed invece mi ritrovo qui a penare che non vorrei mai che finisse.

Scende di nuovo dall’alto lo schermo bianco ed ecco un giovanissimo Greg in altri sketch prodotti per la TV, siamo nel 2000, il programma è Telenauta69, un omaggio dei due comici alla tv in bianco e nero degli anni ’60. Sullo schermo vediamo gli sketch del mago Forforella e Topolillo, un tuffo nel passato.

Ritornano poi in scena tutti gli artisti per altri esilaranti momenti dove il duo comico da il meglio di sé e della sua storia. Per un attimo ripenso allo spettacolo AgGREGazioni, la prima volta di Greg solitario e poi vedo questo spettacolo, il meglio di un duo, per un attimo mi sembra di assistere ad un commiato.

Ma le risa del pubblico per l’ennesimo sketch mi tolgono dalla mente questo brutto pensiero, Lillo&Greg non possono dividersi.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});  

Lo spettacolo volge al termine e per chiudere i nostri due amati comici portano in scena alcune canzoni del loro gruppo Latte & i suoi derivati. Un rock demenziale che cattura la gente e la fa ridere e divertire. Non poteva mancare come ultimo brano la celeberrima Canzone di Lhyrhlo, è proprio il pubblico a chiederla.

Le due ore di spettacolo sono corse via senza accorgermene, vedo la gente divertita e serena. Lillo&Greg salutano il loro pubblico affezionato e ci lasciano con la visione dell’ultima puntata di Pupazzi Criminali, la fortunatissima web-serie prodotta dai due comici che impazza sulla rete dal 2014.

Dal successo in sala si capisce perché è stato necessario mettere altre due date: chi può, venga, perché i due artisti meritano di essere visti e vissuti anche in questa stagione, speriamo anche nella prossima.

Alessio Capponi

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

© Riproduzione riservata

Multimedia