Adele

– Talento ed ironia all’Arena di Verona

stampa articolo Scarica pdf

Si è chiuso con la seconda data del 29 maggio il tour italiano di Adele. Scongiurato il pericolo della pioggia, il concerto è iniziato alle 21 precise con un’Arena piena e coloratissima grazie agli impermeabili degli spettatori.Sullo sfondo del palco, uno schermo con in primo piano i suoi occhi, chiusi e con movimenti impercettibili.Adele fa il suo ingresso elegantissima e ironica, anche lei indossa un impermeabile bianco sopra l’abito da sera.Il concerto inizia con “Hello”, il singolo del suo ultimo album, e immediatamente l’Arena si scatena.La cantante britannica rimprovera una fan chiedendole di smettere di registrare e di godersi lo spettacolo dal vivo. Ecco un’Adele che non ti aspetti: a discapito di tutte quelle canzoni tristi, in realtà è molto simpatica, ironica e loquace!

Chiede al pubblico chi di loro ha ricevuto il biglietto per Natale o per il compleanno e augura “Marry Christmas” e “Happy Birthday”.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});  

Interagisce molto coi fan: chiama sul palco una coppia di ragazzi di Milano e si scatta un selfie con loro, successivamente chiama dei bambini e fa una foto anche con loro; si diverte a chiedere al pubblico da quale paese possono arrivare (alcuni da posti lontanissimi e qui ci scatta anche una parolaccia da parte della cantante, che proprio non ti aspetti).L’Arena è un unico coro per ogni canzone. Purtroppo i brani in scaletta sono solo 13 (rispetto ai 19 della sera precedente), ridotti forse per il pericolo pioggia.Adele avvisa il pubblico che canterà solo due canzoni dal ritmo allegro, “non sono per nulla allegre anche se il ritmo inganna” e li incoraggia a ballare perché “è l’unica occasione per ballare un po’, le altre canzoni non lo permetteranno”.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});  

Quando chiede al pubblico se ci sono fan di James Bond, si scatena un’ovazione che introduce a Skyfall, il singolo che le ha fatto guadagnare l’Oscar.Adele, per le ultime due canzoni, chiede a tutti di alzarsi e ballare e l’emozione di tutti è grande. Per i fortunati che sono riusciti a prendere i biglietti (andati sold out dopo neanche 20 minuti dall’apertura delle vendite), quello di domenica è stato un concerto davvero difficile da dimenticare.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});  

La scaletta di domenica 29.5.2016

1. Hello

2. Hometown Glory

3. One and Only

4. Rumour Has It

5. Water Under the Bridge

6. Skyfall

7. Million Years Ago

8. Send My Love (to Your New Lover)

9. Make You Feel My Love

10. Someone Like You

11. Set Fire to the Rain

12. When We Were Young

13. Rolling in the Deep

Valentina Potente

UnfoldingRoma-Music.it

© Riproduzione riservata